Serena Enardu: duro sfogo su Instagram

Anna Vitale
  • Dott. in Comunicazione pubblica e digitale
19/08/2020

La bella Serena Enardu di recente è stata al centro dell’attenzione. Prima per la sua gaffe e poi per la sua auto incendiata. Adesso l’ex gieffina si sfoga su Instagram.

109535-ppl

Non è per niente un buon momento per la bella Serena Enardu. Questa sua estate è stata piena di avvenimenti non del tutto perfetti. In questo momento più che mai è al centro dell’attenzione. Prima è stata duramente criticata, per la gaffe della torta con la svastica; poi ha sorpreso tutti raccontato che la sua auto è stata incendiata. Adesso ha deciso di sfogarsi su Instagram, l’ex gieffina ha ricevuto moltissime minacce e attacchi personali e per questo ha deciso di prendere dei provvedimenti!

Serena Enardu: il provvedimento contro chi l’attacca

serena-enardu

Su Instagram Serena ha deciso di sfogarsi e di raccontare le minacce e gli attacchi che le sono stati fatti. Ecco le sue parole:

“Le cose non mi scivolano addosso, mi possono scivolare quelle che non mi riguardano, però ad un certo punto mi si girano le p***e. Nel senso che sono stata appellata ‘ignorante’ e in mille modi da giornalisti, da influencer o laureati, che probabilmente prima di aprire la bocca non hanno neanche dato una lettura alla legge, perché io non ho commesso nessun reato, ma ne ho subito diversi”.

Ha poi proseguito dicendo, che non rimarrà senza fare niente. La Enardu ha anche detto che procederà per vie legali: “…Perché a me hanno attribuito un reato che io non ho commesso. Io sono vittima di tantissimi altri reati”.

Serena Enardu: il cellulare finirà in procura

elga-enardu

Infine ha concluso il suo sfogo dicendo:

“Le persone che hanno innescato tutto, quelle che hanno commentato e coloro che hanno continuato, insultandomi, minacciandomi di morte, appellandomi in maniere oscene, che non mi riguardano. Tutte queste persone stanno commettendo, forse non lo sanno, un grandissimo reato. Siccome io non ne ho commesso, a differenza vostra, io adesso per un po’ di tempo interrompo le mie ferie e mi dedicherò a guadagnare qualcosa da voi. Perché non esiste e non è giusto la stampa e che le persone aprano bocca appellandomi come ‘ignorante’ quando i primi ignoranti siete voi…
Vi invito a smetterla di mandarmi messaggi minatori, il mio telefono ovviamente finirà in procura.”