Pomeriggio 5: nuove rivelazioni su Denise Pipitone

06/05/2021

Dopo la perquisizione avvenuta nella giornata di ieri nella casa di Anna Corona, alla ricerca di tracce di Denise Pipitone, a Pomeriggio 5 Barbara d’Urso ha voluto dedicare interamente la puntata alle indiscrezioni che sono uscite nuovamente sul caso. Carmelo Abbate si è mostrato molto critico verso gli inquirenti. 

Progetto senza titolo – 2021-05-06T182403.703

Anche oggi a Pomeriggio 5 la puntata è stata completamente dedicata alla cronaca e si è parlato a lungo del caso della scomparsa di Denise Pipitone: Barbara d’Urso, oltre a dare gli ultimi aggiornamenti dopo la perquisizione che è stata effettuata nella casa dell’ex moglie del padre della bambina, ha cercato di tornare su alcuni degli episodi più controversi accaduti ormai 17 anni fa.

Sia Roberto Alessi che Carmelo Abbate hanno voluto sottolineare come ci siano state diverse falle nell’indagine portate avanti nelle ore successiva alla scomparsa di Denise Pipitone, a partire dalle amicizie di Anna Corona.


Leggi anche: Pomeriggio 5: si cerca il cadavere di Denise Pipitone?

Abbate ha fatto una dichiarazione davvero sconvolgente, affermando gli inquirenti erano talmente confusi che ascoltarono la testimonianza di una sensitiva di Palermo che si diceva sicura che Denise fosse con lei, ma, una volta arrivati a casa sua, trovarono una bambola: “Questi episodi sono gli atti!”.

Pomeriggio 5, Denise Pipitone: un testimone chiave

Progetto senza titolo – 2021-05-06T182719.053

Barbara d’Urso ha ricordato la testimonianza di un carrozziere, fatta proprio il giorno della scomparsa di Denise, che aveva raccontato di aver visto una donna con i capelli corti e biondi che, alla guida di una macchina, aveva sbandato proprio davanti ai suoi occhi: “Pensavo che la persona alla guida si sentisse male”, aveva detto al tempo quest’uomo.

Il generale Garofano, ospite in collegamento con Pomeriggio 5, ha rivelato che in quella Ford Fiesta vista dal carrozziere erano stati fatti dei rilievi, trovando anche delle impronte che potevano essere di una bambina, ma che non si era riusciti a ricondurre quelle tracce a Denise Pipitone, anche per gli strumenti che allora avevano a disposizione.

Per Carmelo Abbate la dinamica della scomparsa di Denise, che si era allontanata da casa per puro caso, non farebbe pensare ad una premeditazione, quanto piuttosto a qualcuno che si è approfittato della situazione mentre passava di lì. “Invece ci sono tanti dettagli che non tornano”, ha sostenuto Candida Morvillo, elencando una serie di fatti che sono stati rilevati dagli inquirenti.


Potrebbe interessarti: Pomeriggio 5, Maradona senza tregua: altre esclusive rivelazioni

“E’ chiaro che ci fosse premeditazione”, ha confermato il generale Garofano.


Ilaria Bucataio
Laureata in Scienze della comunicazione
Esperta in: TV e Gossip
Suggerisci una modifica