Netflix, Yara Gambirasio il film: trama e cast

Roberta Porti
  • Esperta in Gossip e Soap opera
28/04/2021

Al centro di un nuovo film, presto in uscita su Netflix, ci sono le indagini che hanno riguardato il rapimento e l’omicidio della giovanissima Yara Gambirasio e che hanno portato all’arresto di Massimo Bossetti. Ecco i dettagli..

yaraaa

Pietro Valsecchi e Marco Tullio Giordana sono i due importanti volti che stanno dietro a tale opera, molto attesa dal pubblico italiano poiché tratta la terribile vicenda che ha coinvolto la povera Yara; il primo si occupa della produzione mentre il secondo è il regista di questo film che, secondo le indiscrezioni, dovrebbe intitolarsi Il lupo e l’Agnello.

Trama del film su Yara Gambirasio

742848-thumb-full-720-251120-gambirasio3

Il lungometraggio si rifà a quanto accaduto ormai dieci anni fa nel bergamasco; la giovane Yara venne rapita nella notte del 26 novembre 2010 e ritrovata morta tre mesi più tardi in un campo di Chignolo d’isola; alcuni anni dopo, in seguito ad una approfondita inchiesta, venne arrestato Massimo Bossetti.

Saranno proprio queste indagini saranno al centro del film.
Mercoledì 19 maggio 2021 il carpentiere di Mapello, condannato all’ergastolo, tornerà in aula poiché la Corte d’Assise di Bergamo presieduta dal giudice Donatella Nava sarà chiamata a pronunciarsi sull’istanza della difesa di esaminare 98 reperti.

Il cast del film Yara Gambirasio

2015-1026-MarcoTullioGiordana©Fabio-Lovino

Alessio Boni, attore di origini bergamasche, vestirà i panni di un colonnello mentre Thomas Trabacchi quelli di un maresciallo dei Carabinieri; Isabella Ragonese sarà invece il pubblico ministero Letizia Ruggieri; i genitori di Yara saranno interpretati da Sandra Toffolatti e Mario Pirrello.
Chiara Bono e Roberto Zibetti saranno invece rispettivamente la ragazzina scomparsa ed il carpentiere accusato.

Ricordiamo che il il film è prodotto da TaoDue Film e verrà distribuito da Netflix nel 2021; come anticipato dovrebbe intitolarsi Il lupo e l’Agnello ma su questo non vi è ancora nulla di ufficiale.

«Più che la ricostruzione, è l’indagine che ha portato a trovare prima il profilo genetico dell’assassino, chiamato Ignoto 1, e poi l’inchiesta a tappeto con l’individuazione di Massimo Bossetti» aveva dichiarato il regista Marco Tullio Giordana parlando del suo nuovo imminente lavoro.