Netflix, La Leggenda di Arslan: trama e personaggi

30/05/2021

Questa nuova serie tv è da poco disponibile nella famosa piattaforma streaming e racconta la storia di Arslan, il principe di Pars, che combatte per riconquistare il trono dopo che il suo regno è stato espugnato dalla nazione confinante della Lusitania. Di genere light novel fantasy giapponese, questo lavoro giapponese ha ottenuto un buon riscontro dalla critica.

La-leggenda-di-Arslan-2

La leggenda di Arslan viene distribuita da Netflix dallo scorso 14 maggio ed è composta da una sola stagione; si tratta di una Serie TV di genere Animazione, Azione, Avventura, Fantastico adattata in un manga e trasmessa dal 2016 in Giappone.
Nello stesso anno si è conclusa la sua produzione.

La Leggenda di Arslan: trama

la-leggenda-arslan-annunciato-settembre-spettacolo-musicale-v4-375128-1280×720

La storia segue le gesta di Arslan, l’erede al trono dell’immaginaria Pars, il cui regno viene conquistato dalla nazione confinante della Lusitania. Suo padre, il re Andragoras, cade vittima infatti di un complotto tramato da uno dei suoi seguaci più fidati e così Arslan, dopo essere scampato alla morte per un soffio, si riunisce con il suo fedele sottoposto Daryun per dare inizio a un viaggio volto alla liberazione del suo paese.
Supportato da alcuni compagni, tra cui lo spadaccino e stratega Narsus, il suo giovane servo Elam, la bella e fredda sacerdotessa Farangis e il musico errante Giv, Arslan dovrà riuscire a mettere insieme un esercito abbastanza forte da sconfiggere l’armata dei lusitani, guidata dal misterioso Silvermask.

La Leggenda di Arslan: i personaggi

La-leggenda-di-Arslan-ico

Principe Arslan è doppiato nell’edizione italiana da Diego Sabre: intorno a questo personaggio ruota la maggior parte delle vicende raccontate nella serie. Arslan è spesso male interpretato da quelli intorno a lui che lo considerano un debole, a causa del suo aspetto effeminato, della sua ingenuità e della sua bontà d’animo ma Arslan in realtà è anche saggio, intelligente e carismatico.

Re Andragoras III è doppiato nell’edizione italiana da Enrico Bertorelli: è il sovrano di Pars e padre di Arislan. Egli non piace alla maggior parte dei personaggi principali, e non senza ragione. In più occasioni è iroso, impulsivo e paranoico.

Daryun è doppiato nell’edizione italiana daIvo De Palma: un tempo alto ufficiale militare, Daryoon viene degradato all’inizio della storia. Il suo nuovo compito diventa quello di proteggere e servire Arslan, cosa che fa diventare i due personaggi molto amici. Nello stile dei samurai, Daryoon è fedele e pronto a dare la vita per il suo padrone.

Narses è doppiato nell’edizione italiana da Claudio Moneta: egli un tempo era il capo stratega e consulente di re Andragoras, ma fu rimosso dall’incarico dopo aver criticato l’abitudine reale di continuare ad utilizzare gli schiavi. Oltre ad essere un tattico brillante, Narsus è anche un incredibile spadaccino ed un intelligente filosofo. È mentore di Arislan, e amico intimo di Daryoon.

Elam è doppiata nell’edizione italiana da Veronica Pivetti: giovane ragazzo che Narsus affrancò dalla schiavitù, Elam intende servire il suo “maestro” fino a quando sarà grande abbastanza da farcela da solo. Lavora per Arslan come spia per raccogliere informazioni utili attraverso vari travestimenti, non esiterà nemmeno ad essere ferito gravemente per l’incolumità del suo sovrano.

Giv è doppiato nell’edizione italiana da Luigi Rosa: è l’unico personaggio che per tutta la storia non si allea con nessuno schieramento; segue inizialmente il gruppo di Arslan perché infatuato della bella Farangis, ma col passar del tempo capisce l’importanza della missione ed arriva ad allontanarsi dal gruppo per il bene dell’esercito. Combattente versatile ed abile, è anche in grado di suonare qualsiasi strumento musicale. È uno dei pochi personaggi a rompere il muro della quarta dimensione, rivolgendosi direttamente agli spettatori.

Farangis è doppiata nell’edizione italiana da Caterina Rochira: distaccata, ribelle, forte e fredda Farangis è sia una sacerdotessa della dea Misra, sia la più forte combattente donna del pianeta. Si sa pochissimo del suo passato, se non che è stata scelta dal proprio ordine per proteggere il principe Arlsan.

Principe Hirmes/Silvermask è doppiato nell’edizione italiana da Marco Balzarotti: in principio tutto ciò che si sa è che è ossessionato dal desiderio di torturare e uccidere sia Andragoras che Arslan. Egli è il capo delle forze di Rucitania benché egli stesso sia originario di Pars. Indossa una maschera d’argento poiché il suo viso è stato in parte sfigurato in seguito all’incendio che Andragoras scatenò durante il colpo di Stato con cui diventò re.

Bajon è doppiato nell’edizione italiana da Antonio Paiola: è un  antico necromante al servizio di Hermes ma, ciò nonostante, appare chiaro sin dall’inizio che Bajon stia portando avanti interessi propri che esulano da quelli di Silvermask. La sua importanza nell’economia della storia si rivelerà sempre maggiore al punto di riuscire a scalzare lo stesso Silvermask.


Roberta Porti
  • Laureata in Scienze Politiche
  • Esperta in Gossip e Soap opera
Suggerisci una modifica