L’Isola dei Famosi: Maria Laura De Vitis e la lotta contro quel male…

Susanna Minelli
  • Dott. in Lettere e Storia
07/07/2022

Maria Laura De Vitis nel corso di un’intervista alla testata online Fanpage ha confessato che tra il 2019 e il 2020 ha sofferto gravemente di anoressia: “Rischiavo la vita eppure pensavo di essere bellissima, super forte, ma sempre con qualcosa da togliere”.

Maria-Laura-De-Vitis

Maria Laura De Vitis è stata una delle protagoniste indiscusse di questa ultima edizione dell’Isola dei Famosi. Maria Laura si è fatta conoscere anche per essere stata la vincitrice de La Pupa e il Secchione, ma anche perché si lei si è parlato anche come ex fidanzata di Paolo Brosio. Una ragazza molto solare, che tuttavia come ha voluto rivelare a FanPage ha vissuto sulla sua pelle il dramma della malattia. Maria Laura, infatti, tra il 2019 e il 2020 ha sofferto gravemente di anoressia:

Ho iniziato a dimagrire a maggio del 2019. Avevo perso molto peso. Sono arrivata a 45 chili. Rischiavo la vita eppure pensavo di essere bellissima, super forte, ma sempre con qualcosa da togliere. Rifiutavo le uscite a cena e gli inviti ai compleanni oppure arrivavo dopo, solo perché il cibo mi mandava in tilt. Non potevo neanche andare a fare la spesa, perché non la sapevo gestire. Tantissime cose che rovinano la vita. Mia madre e i miei amici sapevano tutto, non mi nascondevo, anche perché era evidente.

Un tunnel da cui è uscita ma di cui ancora porta le cicatrici…

L’esperienza all’Isola

Chi-e-Marialaura-De-Vitis-Eta-altezza-nata-a-Instagram-Primo-Appuntamento-e-Paolo-Brosio-Live-Non-e-la-DUrso-864×1024

Maria Laura quando ha deciso di partecipare all’Isola dei Famosi sapeva benissimo che sarebbe andata incontro ad una riduzione drastica dell’assunzione di cibo. Una dinamica che l’ha spaventata ma che allo stesso tempo è riuscita a gestire e che ha spiegato ai giornalisti di Fanpage:

Avevo paura di fare L’Isola, ma pensavo anche di essere abbastanza forte per farcela. Devo dire che la testa di una persona malata di anoressia, funziona in modo diverso rispetto alle dinamiche dell’isola. Ti spiego. Sull’isola tutti mangiavamo poco, non si poteva scegliere se avere più o meno cibo. Questa suddivisione uguale, ti impedisce di fare paragoni, di pensare se hai mangiato poco o tanto. Non ho sofferto troppo la fame, perché mangiavo la mia porzione di riso, il cocco, il cibo che vincevamo con la prova ricompensa. Non ho avuto pensieri malati o legati all’anoressia, anche perché ne sono uscita da tempo.

Insomma…bravissima Maria Laura. Una storia che da speranza…