Isola dei Famosi, carriera a rischio dopo il reality? Le lacrime della naufraga

Arianna Preciballe
  • Dott. in Fashion Design
29/04/2022

Di recente all’Isola dei Famosi abbiamo assistito all’abbandono di Patrizia Bonetti, che dopo essersi ustionata durante una prova è dovuta tornare a casa. Anni fa, però, ad una naufraga le cose andarono decisamente peggio…

Schermata 2022-04-28 alle 16.03.27

Chi decide di mettersi alla prova all‘Isola dei Famosi sa che non dovrà fare i conti solo con il caldo, la fame e gli scontri con gli altri naufraghi ma anche con le difficoltà di fronte cui la natura li mette ogni giorno.

Spesso, infatti, nel corso degli anni i concorrenti si sono ritirati o sono stati costretti ad abbandonare per via di problemi fisici o di complicazioni legate alla salute subentrate nel corso del gioco.

Lo sa bene Patrizia Bonetti, che di recente si è bruciata durante una prova e che ora sembrerebbe voler fare causa al reality, ma anche Giada De Blanck, concorrente della primissima edizione del programma che per colpa di una sfida ha rischiato di non poter più lavorare. 

Isola dei Famosi: Giada De Blanck rischia grosso

IM_Giada_De_Blanck

Nel 2003, su Rai 2, andò in onda la prima edizione dell’Isola dei Famosi, allora condotta da Simona Ventura. In studio c’erano diversi opinionisti tra cui Alfonso Signorini e Selvaggia Lucarelli; l’inviato, invece, era Marco Mazzocchi.

L’edizione fu vinta da Walter Nudo, che si portò a casa 200 mila euro e che dimostrò, giorno dopo giorno, di aver grinta e determinazione. Anche per un’altra naufraga, però, l’esperienza fu decisiva per far vedere di che pasta era fatta: stiamo parlando di Giada De Blanck.

La figlia della Contessa Patrizia, che è tornata in tv lo scorso anno al Grande Fratello Vip 5, all’epoca aveva solo 22 anni e, pur di trionfare in una prova, si tagliò la gamba durante una sfida settimanale che consisteva nel trovare l’uscita da un labirinto di mangrovie.

All’inizio la ragazza aveva sottovalutato il problema e, infatti, aveva persino vinto la gara; dopo essersi resa conto della gravità della situazione, però, aveva cominciato a piangere e strillare, preoccupata che la cicatrice potesse rovinarle la carriera da modella.

Io con le gambe ci lavoro.

aveva continuata a ripetere. Subito, così, medici l’avevano portata in ospedale, dove aveva ricevuto ben 14 punti di sutura.