GF Vip 6: le principesse hanno mentito?

Susanna Minelli
  • Scrittore e Blogger
30/09/2021

Secondo uno scoop pubblicato dal settimanale “Oggi” le sorelle Selassié non sarebbero le vere discendenti dell’ultimo imperatore d’Etiopia. Loro padre in realtà sarebbe il figlio di un giardiniere italiano e ora si troverebbe in carcere a Lugano. 

principesse-selassiè-solonotizie24

A far discutere non sono solo gli amori delle sorelle Selassié all’interno della casa del Grande Fratello Vip, ma sono anche tutte le altre vicende che le riguardano fuori. Infatti secondo un articolo pubblicato dal settimanale “Oggi” nelle vene di Jessica, Lucrezia e Clarissa non scorrerebbe sangue blu.

Infatti, stando a quanto pubblicato dalla testata scandalistica, loro padre sarebbe nato in Etiopia ma si chiamerebbe in realtà Giulio Bissiri. Suo padre, ovvero il presunto nonno delle sorelle, sarebbe stato un giardiniere italiano che operava nel palazzo del Negus ed era considerato uno di famiglia dall’imperatore.


Leggi anche: Uomini e Donne: Giulio Raselli voleva scegliere Giovanna

Tanto che il piccolo Giulio giocava insieme ai figli e ai nipoti di quest’ultimo. Rientrato in Italia convinse alcuni dei discendenti legittimi dell’imperatore etiope, ormai poveri, a firmargli una delega e a chiudere un occhio sulla sua affermata discendenza dal secondogenito dell’imperatore. Infine sarebbe addirittura riuscito a far modificare i suoi documenti tanto da farsi passare per il terzo nella successione imperiale.

Le principesse in prigione

Le-sorelle-Haile-Selassie-GF-Vip-Instagram

Sempre secondo il settimanale loro padre, Giulio Bissiri, allo stato attuale si troverebbe in carcere a Lugano, in Svizzera. Pare che l’uomo sia stato arrestato a giugno in Lussemburgo e ora da alcune settimane si trova in stato di detenzione in Svizzera. E sembra che ci resterà per almeno altri tre mesi.

La motivazione dell’arresto sarebbe che il padre di Jessica, Lucrezia e Clarissa sarebbe il responsabile di una truffa da 10 milioni di franchi.

E’ chiaro che al momento è difficile stabilire quale sia la verità e che il condizionale è d’obbligo. Chissà se Alfonso Signorini venerdì in diretta deciderà di interpellare le sorelle su quanto emerso?