Gf Vip 6, Giucas Casella svela i segreti dei suoi poteri

Susanna Minelli
  • Dott. in Lettere e Storia
17/10/2021

Il noto illusionista in un momento di grande confidenza con gli altri coinquilini della casa racconta alcuni episodi del suo passato ed in particolare quando guidò la madre a salvarlo solo con la forza del pensiero. 

D362D7C9-D17D-42C1-B080-95E324D26363

Nelle ultime ore Giucas Casella, parlando con i suoi compagni di avventura all’interno della casa del Grande Fratello Vip, ha raccontato quando per la prima volta si rese conto di avere poteri straordinari. Un’episodio molto forte che riguarda Giucas da bambino.

Mia madre era sordomuta. Non è come oggi, ai tempi non si poteva fare molto. Io da piccolo sono cascato nel pozzo e urlavo. Eravamo in campagna, mia madre però non mi sentiva. Il pozzo non era profondo, ma potevo annegare, c’era molta acqua. Ragazzi ho urlato per tantissimo tempo, poi è accaduto qualcosa. Con la forza del pensiero lei è stata guidata in mio soccorso.

Un racconto decisamente sentito che ha stupito tutti i suoi compagni della casa.

I consigli di Giucas

giucas-casella-political24-1

Una conversazione in cui Giucas si è sbilanciato dando un suo parere su alcune tematiche “paranormali”.

Se voi siete fuori e comunicate con vostra madre, lei lo avvertirà. Ci sono così tante energie, forze speciali. Noi possediamo così tante cose che nemmeno sappiamo. Invece dico di non fissarsi su strane magie e carte, quelle sono altre cose, fidatevi. Noi non abbiamo bisogno di troppe cose, abbiamo già le energie dentro. Io sono contro queste cose, tipo sedute spiritiche e cartomanzie. Chiariamo, che gli spiriti e gli esorcismi esistono. Così come chi pensa negativamente e ti arriva, l’invidia e le cose. Però non mi piacciono e sto lontano. Poi ci sono luoghi con energie brutte e altri con quelle belle. Qui dentro, alcuni angoli le hanno migliori altri peggiori…

In conclusione Giucas, ha però tenuto a sottolineare che “la vera magia, in realtà, risiede nella medicina, e nella scienza, ed è sempre a queste discipline che bisogna affidarsi, in caso di necessità”.