Belen si taglia i capelli per le donne iraniane

Susanna Minelli
  • Dott. in Lettere e Storia
06/10/2022

Belen Rodriguez durante la diretta de “Le Iene show” si taglia una ciocca di capelli per manifestare la propria solidarietà nei confronti delle donne iraniane. Come lei molte altre donne del mondo dello spettacolo come Claudia Gerini e Luciana Littizzetto.

belen le iene

Belen Rodriguez si stringe intorno alle donne iraniane che stanno manifestando contro le violenze che sta perpetrando il regime islamico nei confronti delle donne e degli oppositori politici che chiedono libertà di espressione. Una vicinanza che la presentatrice argentina, insieme alla iena Giovanna Nina Palmieri, ha voluto manifestare durante la diretta de “Le iene show” che conduce insieme a Teo Mammucari e che la produzione del programma, tramite il suo account Twitter ufficiale, ha voluto rendere nota:

Anche Belen si unisce al nostro appello con Giovanna Nina Palmieri. Se ve la sentite, tagliatevi una ciocca per Mahsa, morta per i suoi capelli fuori dal velo. Speditela all’ambasciata dell’Iran a Roma e pubblicate il video sui social con l’hashtag #IeneDonnaVitaLibertà #LeIene. 

Un messaggio che è stato lanciato da tante altre stelle del mondo dello spettacolo.

Belen e le altre…

belen-rodriguez-sologossip-18-5-22-2

Non solo Belen, dunque. Ma anche tante altre star del mondo dello spettacolo italiano hanno voluto dimostrare la loro solidarietà alle donne iraniane che stanno manifestando pagando pegno con il sangue e molte altre volte con la vita il prezzo della libertà.

A tagliarsi una ciocca anche l’attrice Claudia Gerini dopo le parole “Donna, vita, libertà”. Una frase usata per la prima volta ai funerali di Mahsa Amini, la ragazza iraniana uccisa il 14 settembre dopo essere stata arrestata e picchiata perché non indossava in maniera corretta l’jihab.

Ma a spiegare nello specifico perché il taglio di capelli la comica, attrice e presentatrice Luciana Littizzetto sul suo account Instagram:

Il taglio dei capelli è una vecchia cerimonia usata in Iran e in altri paesi limitrofi. Significa ‘lutto’: quando ci si trova di fronte a una grande tristezza o rabbia, allora ci si tagliano i capelli. È come ignorare il proprio senso estetico o la propria bellezza per far vedere che si è tristi. Adesso questo è diventato simbolico.