Moda contraffatta: è boom di falsi

Per risparmiare c’è chi sarebbe disposto a tutto, anche infrangere la legge, perchè rinunciare alla borsa griffata che ci piace tanto ma che proprio non possiamo permetterci se possiamo trovarla al mercato sotto casa ad un prezzo stracciato?

Succede quotidianamente nel nostro paese, purtroppo uno dei paesi con la più grande tradizione di vendita di oggetti contraffatti in Europa.

Spesso diamo la colpa di questo fenomeno agli stranieri ed è triste sapere che invece a cospirare contro le industrie dell’alta moda sono proprio i nostri connazionali.

Proprio ieri in un blitz della Guardia di Finanza ha sequestrato 13.000 oggetti di diverse manifatture presso un laboratorio a Signa, dove un italiano di 53 anni produceva borse, borsellini e cinture contraffatte.

In un secondo blitz le Fiamme Gialle invece a Firenze nell’azienda di un 36enne hanno trovato moltissime borse contraffatte con marchio Chanel e Gucci.

Tutti gli oggetti erano realizzati con estrema cura e minuzia in modo da non destare alcun sospetto ed essere simili in tutto e per tutto agli originali.

Il mondo della moda viene danneggiato enormemente da questo fenomeno, ma noi possiamo agire attivamente per contrastarlo semplicemente evitando di acquistare oggetti d’elite contraffatti.

finanza_17