La moda passa… lo stile resta!

-
07/03/2012

Ah, la moda!
Croce e delizia di tutte noi donne. Ma essere alla moda è davvero così importante? O, almeno, lo è quanto avere uno stile proprio, non condizionato dai media, dai grandi marchi, ma semplicemente personale –e personalizzato- unico, che lasci il segno e –perché no- racconti un po’ di noi?

 
Quando penso allo stile, mi viene in mente Audrey Hepburn, la storica e compianta attrice protagonista del celeberrimo “Colazione da Tiffany”.
Certamente i look da lei sfoggiati nel famoso film sopracitato, oggi apparirebbero fuori moda. Ma lei ha lasciato un segno. Col suo fascino e la sua eleganza senza tempo, è diventata – e rimarrà sempre- un’icona di stile, a dispetto degli anni che passano e delle nuove tendenze.


 
La moda è importante, certo, ma ancor più importante è trovare uno stile proprio, un mondo tutto nostro, abiti nei quali ci sentiamo noi stesse, che ci distinguano dalla massa, che ci rendano uniche, che parlino di noi. Un vestito può raccontare davvero molto di una persona.
Essere schiavi della moda, seguire a tutti i costi le ultime tendenze, voler entrare per forza in un abito che magari non fa per noi, per colore, modello o qualsiasi altra cosa, può rivelarsi deleterio. Come anche la scelta di un determinato make-up o hair-style, che magari non ci dona, ma che sfoggiamo perché “usa”.

 
Lo stile non passa mai, invece. E’ un qualcosa di nostro che può essere fuso alle tendenze dell’ultimo minuto, ma ha personalità, la nostra!
Tante volte una persona, specialmente se famosa, viene criticata aspramente per lo stile che ha, magari etichettata e accusata di essere qualcosa che non è.
Ah, le apparenze… che guaio!


Leggi anche: Come essere alla moda: crea uno stile personale e modaiolo

 
Ormai nessuno si sente più libero di andare in giro vestito in modo originale o comunque appariscente, per paura che gli vengano affibbiate etichette assurde.
Ma quanto è sbagliato e ingiusto tutto ciò?

 
Credo che una donna, una persona in generale, debba sempre sentirsi libera di indossare ciò che desidera –nei limiti del buon gusto e della decenza, chiaramente- ma soprattutto, ciò che la fa sentire se stessa e a suo agio.
E voi? Che cosa ne pensate?

 
Meglio, essere alternativi, con stile, piuttosto che alla moda, ma omologati?

 

di Chiara Stivala

moda-slim-fashion-style


Fashion
  • Scrittore e Blogger
  • Redattore specializzato in Design
Suggerisci una modifica