Seggiolino auto: normativa e come sceglierlo

Il seggiolino è un accessorio assolutamente indispensabile per portare a spasso i nostri pargoli, ma è anche l’unico sistema per proteggere i nostri bambini quando ci mettiamo in viaggio. Va utilizzato sempre, e sottolineo sempre, anche quando si tratta di tragitti brevi, tanto più che è obbligatorio per gli spostamenti in auto.

Seggiolino auto: normativa

Secondo la normativa tutti i bambini fino a 12 anni o con statura inferiore a 150 cm devono obbligatoriamente viaggiare seduti su seggiolini auto, che devono riportare l’omologazione europea (sigla ECE versione 44.03 o 04). La scritta “Universal”, invece, sta ad indicare che sono compatibili con qualunque tipo di automobile. Il seggiolino va scelto nel rispetto delle differenze per fasce di peso e di altezza. Secondo la normativa, infatti, i seggiolini sono classificati in gruppi, quali:

  • Gruppo 0 (navicella): per i bambini sotto i 10 kg di peso. Inoltre, fino ai 9 chili, il seggiolino va montato al contrario rispetto al senso di marcia dell’auto. In questo modo, in caso di incidente, la struttura scheletrica del bambino che è particolarmente fragile subirà meno danni urtando contro il sedile del seggiolino anziché contro la cintura di sicurezza.
  • Gruppo 0+ (ovetto): per i bambini sotto il 13 kg di peso.
  • Gruppo 1: per i bambini tra i 9 e i 18 kg di peso. I seggiolini, inoltre, vanno fissati con le cinture di sicurezza.
  • Gruppo 2: per i bambini tra i 15 e i 25 kg di peso. Si tratta per lo più di cuscini con braccioli da fissare con le cinture di sicurezza e al dispositivo di aggancio.
  • Gruppo 3: per i bambini tra i 22 e i 36 kg. Si tratta di cuscini senza braccioli che hanno lo scopo di aumentare l’altezza del bambino per usare la cintura di sicurezza.

 

bambina sul seggiolino