A quanti mesi inizia la lallazione?

Mamma
  • Scrittore e Blogger

La lallazione è la prima fase dello sviluppo del linguaggio infantile. I bambini, infatti, cominciano ad emettere le prima sillabe e a ripeterle in serie come: ma-ma-ma, pa-pa-pa o anche ma-ma-ta-na. Questo, in genere, avviene intorno al 4°-6° mese di vita del bambino. Secondo alcune correnti psicologiche è in questo periodo che i bambini iniziano a distinguere tra sé e gli altri e avvertono così la necessità di comunicare con chi lo circonda.

La lallazione è una fase fondamentale dello sviluppo del linguaggio perché consente al bimbo di imparare a comunicare i vari stati d’animo ai genitori, sebbene i suoni emessi non abbiano alcun significato linguistico e non ci sia una vera intenzionalità. In questa fase, infatti, il bambino non si rende conto del significato dei suoni che produce, ma prova piacere a riprodurlo e si accorge che provoca una risposta di cura o di comportamenti comunicativi rivolti a lui.

Ad esempio, quando dice: ma-ma-ma non chiama ancora la sua mamma, ma rinforza il suo intento di richiamare l’attenzione. Non è un caso che la lallazione si manifesti proprio nei momenti in cui sono più eccitati, quindi quando vedono la mamma o quando vengono cambiati sul fasciatoio. In merito all’età, è importante che la lallazione avvenga in tempi adeguati, ovvero intorno ai 5-6 mesi di età e comunque sempre entro i 10 mesi e che sia una lallazione che passi da quella canonica (ma-ma-ma) a quella variata (na-na-ta-ma).  Nei bambini prematuri, a volte possono insorgere disturbi del linguaggio, ma è un’eventualità che solo il logopedista può diagnosticare.

 

A quanti mesi inizia la lallazione?