Obesità Infantile: Appello alla mamme dalla Columbia University

L’obesità infantile oggi come oggi è un problema molto comune soprattutto oltreoceano. Per far fronte a questa problematica la Columbia University di New York ha effettuato uno studio da cui è risultato che il 50% delle mamme prese in esame non guarda con lucidità ed obiettività il sovrappeso del proprio bambino, mimandone così la futura salute. La ricerca è stata condotta su un campione di donne e bambini newyorkesi ed il 39% dei figli presentava principi di sovrappeso ed obesità . L’86% di questi bambini non riusciva ad ammettere e vedere la propria problematica, una reazione strettamente correlata all’abitudine delle mamme di sottovalutare il sovrappeso del proprio figlio. A commentare lo studio è stato l’autore stesso della ricerca, Nicole Dumas: “Sembra che la maggioranza delle mamme e dei bambini con qualche chilo di troppo non si renda conto di dover dimagrire, e di doverlo fare prima di tutto per la propria salute se si tratta di un sovrappeso consistente o di una vera e propria obesità.” D’altro canto c’è anche da dire che è perfettamente umano che ogni figlio, soprattutto quelli più piccoli, guardi la propria madre come l’immagine della perfezione, indipendentemente dal suo peso. D’altra parte è dovere di ogni madre tenere sotto controllo il peso del proprio figlio, non per una questione di immagine ma esclusivamente per salvaguardare la sua salute. L’obesità infantile è un problema molto diffuso ed è importante rendere nota la sua diffusione per trovare una soluzione valida e cercare di minarne maggiormente la sua diffusione.

 

Chi Siamo