Arriva il caldo: le precauzioni per i nostri bimbi

Caldo

Quando il caldo diventa davvero intenso, ad essere maggiormente esposti sono sicuramente anziani e bambini.

Per i bambini inoltre la paura e le relative precauzioni variano anno dopo anno.

Arriva il caldo: le precauzioni per i nostri bimbi

Ad iniziare dai neonati, per i piccoli della fascia di età da 0 a sei mesi il divieto di esposizione al sole è assoluto: i raggi del sole irritano la pelle delicatissima dei bimbi più piccoli e possono provocare ipertermia.

Fino ai 2 anni di età, ai piccoli va messa una protezione solare alta; in spiaggia si devono usare maglietta e cappellino con visiera, evitando di bagnare la maglietta perché diminuirebbe la protezione.

Ogni tanto è bene fare stare i bambini all’ombra.

Quando le temperatura saranno molto elevate, con livelli di umidità  altissimi, ecco come prevenire colpi di calore e di sole:

Evitare di uscire nelle ore più calde della giornata

Tutti i bambini hanno diritto di divertirsi e giocare all’aria aperta, nei parchi, al mare, ma è meglio preferire le prime ore del giorno o dopo le sei di pomeriggio. Assolutamente da evitare la fascia oraria 12-18!

Protezione solare

Proteggere la pelle dei bambini, anche se il cielo è nuvoloso, con protezioni superiori a 15, da spalmare più volte al giorno (sopratutto dopo il bagno al mare); la sera, dopo il bagnetto, usare abbondante latte dopo sole o una buona crema idratante su tutto il corpo del bambino. Fare attenzione soprattutto nei fine settimana, perché la pelle non è ancora abituata all’esposizione solare ed al cambiamento di clima e alle zone ventilate: il vento maschera la percezione del caldo, favorendo una lunga permanenza al sole rischiando così il classico “colpo di sole”.

Indossare abiti chiari

Fuori casa gli abiti devono essere di tessuti naturali (lino, cotone) e di tonalità molto chiare: bianco, beige, pastello molto chiari. I bambini non devono essere troppo coperti, perché la temperatura dei piccoli tende al alzarsi maggiormente, rispetto agli adulti, e anche più facilmente. Basterà una tutina di cotone o tessuto molto leggero e un cappellino. Questi articoli per neonati e bambini si trovano ormai molto facilmente anche negli shop online, facendoci così risparmiare anche un sacco di tempo!

In casa, preferire l’uso dell’aria condizionata

I condizionatori, se usati con criterio, non sono dannosi per la salute, anzi il contrario. I condizionatori rinfrescano, purificano e deumidificano l’aria e sono adatti anche per i neonati o per chi soffre di malattie respiratorie; devono però essere impostati alla giusta temperatura, intorno ai 25 gradi, mai al di sotto dei 20°, e non ci si deve mai mettere di fronte al getto diretto del condizionatore, soprattutto i più piccoli. Fate attenzione nei luoghi come supermercati, grandi magazzini, negozi in generale e mezzi pubblici, perché spesso sono troppo freddi o troppo caldi: occhio agli sbalzi di temperatura.

Mai lasciare i piccoli in auto

Anche se per alcuni può sembrare banale, evitate nel modo più assoluto di lasciare i bambini (ma anche anziani e animali) in auto, anche se per pochi minuti. E’ sempre molto pericoloso lasciare i piccoli in auto da soli, ma sopratutto quando fa molto caldo, l’auto diventa un vero e proprio ammasso di lamiera incandescente, molto pericoloso per la salute dei piccoli. Molto utili sono le tendine parasole ai finestrini dell’auto, per proteggere i bambini dai raggi del sole.

Cosa bere e mangiare nei periodi più caldi

I pasti principali non devono essere troppo ricchi, aumentando il consumo di frutta e verdura fresca, anche con piccoli spuntini nel corso della giornata, inserendo anche qualche pezzo di Parmigiano Reggiano, che fa sempre bene. Da evitare snack e cibi grassi (patatine, salatini ecc.). Bere molta acqua, alternandola a succhi di frutta o spremute e yogurt.

Rinfrescare i bambini con acqua

Durante le giornate più calde, rinfrescate i bambini con acqua, ma non eccedete con l’uso di saponi o frequenti bagnetti; basta anche un panno umido, perché la temperatura dei bambini tende ad alzarsi velocemente e le immersioni totali in acqua potrebbero causare sbalzi di temperatura corporea. Il bagnetto serale andrà benissimo.

Protezione contro punture d’insetti

Per i bambini piccolissimi è meglio prevenire con zanzariere anche per le culle e passeggini; munirsi in ogni caso di creme contro punture di insetti perché, soprattutto con la calura estiva, le punture potrebbero essere causa di infezioni.