Tanga: un must della moda mare da 30 anni!

Buon compleanno Tanga! Non sembra vero ma questo succinto indumento compie in questi giorni 30 anni. Era infatti l’estate del 1981 quando Frederick Mellinger, sotto il marchio californiano Frederick’s of Hollywood, lanciò il decisamente micro slip ispirato all’omonimo costume da bagno già popolare da un decennio sulle spiagge brasiliane.

Il primo avvistamento del “filo interdentale” per il lato B risale all’estate del 1972 quando Rose Di Primo, modella carioca, tagliuzzò il già non esagerato costume da bagno per partecipare ad una festa sulla spiaggia di Ipanema. Secondo la leggenda è così che nacque quello che sarebbe diventato la bandiera del paese: il tanga. In questi anni è riuscito a farsi ammirare e desiderare dall’intero emisfero maschile, catturando gli sguardi più o meno indiscreti sulle spiagge del globo.

Ha vestito personaggi famosi e non, facendo risaltare le curve e le forme di tutte le donne, indistintamente. Ma non sono solo rose e fiori. Ultimamente l’intimo che tanto ha fatto sognare inizia a sentire la fatica degli anni che passano, rischiando di passare di moda proprio a causa delle sue ridotte abilità coprenti, che a poco a poco iniziano a risultare sempre più sconvenienti. La seduzione non è mostrare, ma è far intuire cosa si nasconde dietro all’indumento creando e costruendo astutamente il desiderio del partner.

Caro Tanga, nonostante tutto quest’anno ti aspetteremo ancora sulle nostre spiagge, per la gioia dei maschietti che, sbirciando da sotto l’ombrellone per non essere scoperti dalle gelose fidanzate, avranno l’occasione di rifarsi gli occhi ammirando le nudità delle belle ragazze.

tanga