Social Network: una droga come il sesso

-
12/10/2012

Certo, le dipendenze –qualunque esse siano- non sono mai salutari. Questa, che può essere considerata tranquillamente una vera e propria patologia di natura psicologica, può investire qualsiasi tipo di situazione: la dipendenza dal fumo, dall’alcol, dal gioco, dalle droghe e perfino dal sesso, sono solo alcune delle più comuni e conosciute dipendenze di cui si sente parlare.


 

Ma ora, uno studio pubblicato dalla serissima rivista ‘Psychological Science’, indica una nuova, attualissima dipendenza. Si tratta dell’ossessione per i social network (Twitter e Facebook in testa), e in generale, dall’incontrollabile desiderio di andare su internet. Sembrerebbe uno scherzo, e invece lo studio in questione ha individuato questa come una ‘dipendenza’ a tutti gli effetti che, addirittura, sarebbe più forte di quelle da sigarette e da sesso…

 

La ricerca, condotta dall’Università di Chicago, si è concentrata nell’osservare 250 persone di età compresa tra i 18 e gli 85 anni. Ognuno di essi, veniva contattato per ben sette volte al giorno tramite sms e gli veniva chiesto cosa avessero provato nei momenti precedenti al ricevimento di quel sms. Da qui sono emerse una serie di statistiche piuttosto interessanti: le persone prese in esame, dichiaravano di aver provato nell’immediato il desiderio di mangiare, poi quello di dormire o comunque riposarsi seguito dal desiderio di bere bibite non alcoliche. Ma subito dopo, il desiderio più impellente era quello di utilizzare un media, soprattutto internet. Leggere la posta elettronica e visitare i social network, principalmente. Questa ‘desiderio’, viene molto prima di altri che costituiscono le forme di dipendenza che noi tutti conosciamo, come l’alcol ed il sesso. Ma come mai la dipendenza da social network o comunque internet è diventata così frequente? A dare una risposta è Wilhelm Hofmann, uno degli autori della ricerca pubblicata: “Il desiderio dei social media è molto frequente ed è più difficile resistervi probabilmente perchè sono molto più disponibili e facili da ottenere”.

 

socialnetworks


admin
  • Scrittore e Blogger
  • Redattore specializzato in Design
Suggerisci una modifica