Rapporto di coppia Consigli: fate dormire le donne!

 

Secondo uno ricerca mostrata allo Sleep 2011, l’incontro dell’Associated Professional Sleep Societies a Minneapolis e nata dalla University Of Pittsburg School Of Medicine (USA), una donna che non riesce a dormire contribuisce al malfunzionamento della vita coniugale. Secondo il parere dell’insegnante di psichiatria che ha condotto questa ricerca, Wendy Troxel, i problemi d’insonnia non hanno niente a che vedere con i sintomi depressivi. Per dare una struttura concreta a questa ricerca, sono state contattate 35 coppie sposate dotate di una salute impeccabile nella fascia d’età tra i 30 e i 40 anni, di cui ne venivano controllate le ore di sonno per 10 notti mediante uno strumento elettronico che misura le onde cerebrali. Entrambi i membri di ogni coppia dovevano avere con sé un diario, in cui potevano scrivere annotazioni sugli andamenti negativi o positivi della propria vita di coppia. Da questa indagine è emerso il seguente risultato: quando una donna non riesce a dormire o non riesce a dormire bene, è più probabile che il giorno dopo avvengano incomprensioni, discussioni e litigi. Mentre se è il marito che non riesce a dormire non succede niente. Quindi se una donna ha problemi di insonnia, è più propensa a litigare con il marito e a creare tensioni nella relazione coniugale, se il marito ha problemi ad addormentarsi non succede niente e non disturba la quiete della vita di coppia. Questo risultato può avere una duplice spiegazione: gli uomini somatizzano molto bene le ore di sonno che perdono oppure la maggioranza degli uomini riesce a dormire bene e non formano sbalzi negativi nel rapporto amoroso.

insonnia-crisi-coppia