Quando entra in vigore l’ora legale?

Domenica 31 marzo torna l’ora legale, pronti a spostare le lancette avanti di 1 ora? Le giornate saranno più lunghe, risparmieremo sulla bolletta dell’elettricità e anche i nostri ritmi biologici ne gioveranno. Secondo gli esperti, infatti, i disturbi del sonno spesso associati al cambio dell’ora sono da attribuire allo stress.

Il passaggio dall’ora solare a quella legale non ha controeffetti, se non qualche piccolo disturbo e del tutto passeggero, destinato a svanire in 2-3 giorni. A sostenerlo è Francesco Peverini, direttore scientifico della Fondazione per la ricerca e la cura dei disturbi del sonno. Chiaramente, il corpo e il cervello hanno bisogno di “sintonizzarsi” all’orologio convenzionale, ma se si dorme poco non prendetevela con l’ora legale, sono ben altre, infatti, le cause.

I disturbi da ora legale, insomma, sono più una leggenda metropolitana che un problema vero e proprio. Come spiega l’esperto: “I ritmi quotidiani attuali, sempre più frenetici e ansiogeni, i ripetuti spostamenti in aree urbane trafficate, la stessa complessità della vita di relazione e del mondo del lavoro ci hanno abituato a continui e spesso repentini cambiamenti delle nostre consuetudini. Ci hanno assuefatto a convivere con dosi elevate di stress”.

Secondo Peverini potremo avere qualche difficoltà ad adattarci all’ora legale solo i primi 2 massimo 3 giorni, ma in compenso potremo godere di 1 ora in più di luce. Il che, dal mio punto di vista, è favoloso. Adoro il giorno, adoro la luce, mi mette di buonumore, purché ci sia! Ci sono città in cui il sole si fa vedere raramente e questo, si, che è un vero problema!

Quando entra in vigore l'ora legale?