Laura Pausini Album, il chitarrista finisce nei guai

Sequestrati i file audio del nuovo album di Laura Pausini, Inedito, da poco disponibile nei negozi di dischi.

I militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Milano hanno sequastrato oltre 22.500 opere musicali messe illecitamente in rete, tra le quali anche i nuovi brani dell’ultimo lavoro di Laura Pausini. L’operazione ha già portato alla denuncia di due persone, un 40enne di Milano e un giovane di Caserta, accusati di aver caricato i file su alcuni appositi spazi web appoggiati su server esteri accessibili gratuitamente a tutti. Fino a questo momento sono stati sequestrati in provincia di Pavia, Bergamo e Caserta due pc, due notebook, 32 cd-rom, numerosi supporti di memoria e 22.500 file musicali abusivamente immessi nella rete. La Guardia di Finanza sta indagando su come i contraffattori possano essersi impossessati delle registrazioni ancora inedite. E per questo c’è anche un sospetto leggermente più grande. Si pensa che sia stato il chitarrista della Pausini, Gabriele Fersini, ad  impossessarsi dei file. Questo perchè Fersini è stato escluso dai prossimi concerti per lasciare spazio al compagno della Pausini, Paolo Carta. Gabriele si trova adesso per questi sospetti tra gli indagati dell’inchiesta. Gli altri due indagati rischiano una multa compresa tra i 103 e i 1.032 euro per brano. Visto l’insormontabile numero dei brani sequestrati dalla Guardia di Finanza la sanzione sarebbe decisamente cospicua.

In questo caso si può dire che Inedito è soltanto il titolo dell’album perchè, a quanto pare, il contenuto per gli utenti della rete non lo è già da un po’.

 

laura-pausini1