Chi ama i dolci è più buono!

Ecco una ricerca che farà tremare gli appassionati del salato… sembra, infatti, che chi ami i dolci sia più buono d’animo e altruista! A sostenere l’originale tesi sono un gruppo di ricercatori americani, secondo i quali esisterebbe una correlazione tra i gusti di una persona e il suo modo di essere.

Dunque, se 2 più 2 fa 4, io, con tutti i dolci che mangio, dovrei essere buonissima! Vallo a spiegare alla bilancia… gli studiosi, dopo aver esaminato un centinaio di studenti, sono arrivati alla conclusione che chi ha un debole per torte biscotti e pasticcini ha un carattere disponibile e aperto. I ragazzi che si dichiaravano amichevoli e disponibili ad aiutare gli altri, infatti, avevano la tendenza a preferire i dolci o facevano parte della schiera dei golosi.

Inoltre, è stato osservato un effetto immediato di bontà in chi mangiava un quadratino di cioccolato, che si dimostrava più disponibile a svolgere un lavoro non retribuito rispetto a chi aveva optato per il salato o non aveva mangiato nulla.

Come ha spiegato Maria Grazia Strepparava, professore di psicologia clinica alla Facoltà di medicina di Milano-Bicocca: “questo studio fa riferimento ai più recenti lavori sul funzionamento della mente, che hanno messo in luce come una parte rilevante della nostra attività cognitiva sia influenzata dall’esperienza corporea. In questo contesto, il primo riferimento che viene in mente è che nella nostra esperienza il latte, dal sapore dolce, viene consumato all’interno di una relazione affettiva (la mamma culla e abbraccia il suo bambino mentre lo allatta) e noi conserviamo memoria dell’esperienza in tutti i suoi aspetti: alimentari e relazionali. La personalità di un individuo è però molto complessa e prima di poter realmente parlare di legami tra preferenze alimentari e aspetti specifici della personalità è necessario che queste intuizioni vengano confermate dalla ricerca futura”.

Magari bastasse un po’ di cioccolata per rendere tutti più buoni!

cioccolatini