Uomini e donne: Vanessa Porrea non ne può più, sofferenza e denuncia

Jenny Bertoldo
  • Laureata in Filologia moderna
17/09/2022

Vanessa Porrea ha preso parte a Uomini e donne quattro anni fa. In seguito però ha svelato che quel periodo della sua vita è stato tremendo. La donna infatti prima e durante la sua partecipazione a Uomini e donne è stata vittima di stalking. Finalmente ha trovato la forza di denunciare e parlarne.

taglioAlta_001311

Quattro anni fa Vanessa Porrea, quarantenne originaria di Tortoreto, in provincia di Teramo, ha preso parte al noto dating show di Canale 5. Ma la donna è stata poi vittima di un terribile episodio: prima e durante il suo periodo a Uomini e donne è stata vittima per ben tre anni di uno stalker e dei suoi terribili gesti.

Seguita per strada, inondata di telefonate e minacce, Vanessa per tre anni ha avuto alle spalle questo terribile incubo. Ma nel 2019 la ex tronista di Uomini e donne ha trovato il coraggio e la forza per denunciare ai carabinieri il suo stalker, un 46enne di Brescia, tale Pierpaolo Bossini, accusato del reato di stalking per il periodo compreso fra il 2016 e il 2019.

Ora l’uomo è sotto accusa da parte del tribunale di Teramo per il reato di stalking ai danni di Vanessa Porrea. A quanto pare tutto sarebbe iniziato quando l’uomo ha saputo che la donna aveva interrotto la sua precedente relazione. In seguito Vanessa ha trovato il coraggio non solo di denunciare, ma anche di parlare di quanto accaduto.

Uomini e donne: Vanessa Porrea racconta il dramma dello stalking

taglioAlta_001310

Vanessa Porrea ha raccontato:

Mi ha sconvolto la vita. Ancora adesso, rivivere al processo quella situazione, mi crea ansia e mi riempie di negatività. Io che sono una donna positiva e coraggiosa, e voglio solo pensare a una vita piena a gioiosa. Perché ogni donna, anche se è un personaggio pubblico e fa un lavoro che espone la sua immagine, ha comunque diritto a vivere in maniera serena.

Ha poi proseguito nel racconto del terribile fatto:

Essere una bella donna, sexy e provocante, anche se lo fai sui social per farti conoscere oppure su un sito per lavoro, non dovrebbe assolutamente essere un buon motivo per autorizzare un uomo a molestarti, pedinarti, perseguitarti, renderti la vita un inferno