Talent Show estero: "Idol no Ana" è il primo talent hard giapponese

-
21/11/2013

In Giappone è scoppiata l’”Idol no Ana mania”, ossia la passione per un talent show hard dal nome, appunto, “Idol no Ana” e che da qualche tempo sta catalizzando l’attenzione di tanti, anzi tantissimi nipponici. “Idol no Ana” dunque si propone come un talent con un format che definire “originale” è poco.


Infatti i produttori hanno deciso di puntare su quanto di più erotico ci sia in circolazione, facendo partecipare a questo talent show ben 99 giovani ragazze con una grande voglia di sfondare. Eh si, la voglia di televisione e visibilità a volte ti porta a fare cose inimmaginabili, ma il pubblico nipponico pare gradire tantissimo l’arrivo in Tv di “Idol no Ana”. Infatti si dà il caso che, da quando il talent va in onda su una nota tv locale nipponica, i dati di ascolto sono stati altissimi, numeri così inaspettati che la notizia sta facendo il giro del mondo (ed ovviamente è per questo che mi pare giusto parlarne!).


Leggi anche: "Ma come fa a fare tutto?": una mamma, mille impegni

“Idol no Ana” è andato in onda dopo la mezzanotte, nel periodo compreso traluglio e settembre 2013. Le 99 protagoniste dell’”hard show” sono state protagoniste di performance talvolta molto spinte, con sfide ad alto tasso erotico, tranquillamente classificabili come pornografiche. In palio le vincitrici hanno ricevuto sei fasce di “Ragazze immagine dell’anno”.

Non mi pare il caso di specificare che tipo di prove hanno dovuto superare le concorrenti, l’immaginazione può fare del suo. Vi basti solo sapere che in una gara, le ragazze di “Idol no Ana” hanno dovuto leccare  ed assaporare dei gusti speciali e capirne la provenienza, oppure sfilare le calze di un manichino utilizzando i soli piedi. Non sono poi mancati nudi, provocazioni ed ammiccamenti vari, in quello che potrebbe diventare, almeno in terra d’oriente, il talent show dell’anno. Che dire, mi divertirebbe non poco sapere cosa succederebbe in Italia se si volesse importare un format del genere. Di sicuro sarebbero tempi molto duri per i nostri palinsesti, ma non credo che ciò potrebbe mai accadere.

 

Agelou22

 


Talent
  • Scrittore e Blogger
  • Redattore specializzato in Design
Suggerisci una modifica