Simona Ventura al festival di Venezia?

Francesca Naima Bartocci
  • Esperta in: Gossip, Tv e soap
  • 08/08/2021

    La 78esima Mostra del Cinema di Venezia sta per iniziare. Tanti gli ospiti e le sorprese anche quest’anno. Fra i nomi attesi spunta quello di Simona Ventura. La conduttrice parteciperà con un suo documentario.

    Simona-Ventura-Political24

    C’è un titolo speciale fra l’elenco dei film che saranno presentati alla 78esima Mostra del Cinema di Venezia. Sbarcherà infatti al lido anche la conduttrice tv Simona Ventura. Il suo docufilm “Le 7 giornate di Bergamo” sarà presentato con una proiezione speciale.

    Il docufilm di Simona Ventura rappresenta un’importante opera di testimonianza storica. Si tratta di un documentario relativo alla costruzione, avvenuta in tempi record, dell’ospedale presso la Fiera di Bergamo, che è stato indispensabile per contenere i moltissimi malati di Covid-19 che purtroppo colmavano ormai i reparti di tutta l’Italia, e in particolare della provincia lombarda.

    Simona Ventura ha sempre dimostrato la sua versatilità e la capacità di lanciarsi in nuove sfide. Il suo approdo alla regia quindi non deve troppo stupire, nemmeno se fatto in un contesto così importante come quello della Mostra del Cinema di Venezia.

    Simona Ventura: prime prove da regista?

    venty1

    Ma di cosa parlerà il docufilm di Simona Ventura? Ecco cos’ha dichiarato attraverso un post sul suo profilo Instagram la neo regista:

    Racconta la costruzione dell’ospedale alla Fiera di Bergamo, spinta dall’immane forza, volontà e disperazione di un gruppo di Alpini guidati da Sergio Rizzini e coadiuvati da artigiani, imprenditori e tifosi dell’Atalanta in soli 7 giorni! Un lavoro che non sarei riuscita a raccontare senza l’appoggio di Luigi e Ambrogio Crespi, di Giacomo Pellegrinelli e di Giovanni Terzi (nulla senza di te sarebbe accaduto).

    L’approdo alla regia di Simona Ventura sembra una novità per molti,  abituati a vederla come conduttrice, ma in realtà non si tratta di un mondo sconosciuto per lei:

    Ho ripreso in mano la regia. Tanti anni fa facevo la giornalista sportiva e montavo i miei pezzi. Ero specializzata nel raccontare storie per immagini. Ho abbandonato questa cosa per fare altro. Ed è rimasta silente, in un angolo, però era ancora lì.

    Noi non vediamo l’ora di vedere il suo nuovo documentario, che di certo non deluderà il pubblico della Mostra del Cinema di Venezia.