Selvaggia Lucarelli: polemica verso i no-vax

Arianna Preciballe
  • Dott. in Fashion Design
27/12/2020

Continua la “denuncia” di Selvaggia Lucarelli verso i no-vax. Oggi, infatti, la giornalista si è espressa sulla secondo lei assurda necessità di “campagne emozionanti” per sensibilizzare chi non è ancora convinto del vaccino.

selvaggia-lucarelli-fb

In tutta Europa è proprio oggi, 27 dicembre, il giorno in cui si cominceranno ad iniettare le prime dosi di vaccino anti-Covid. Questa giornata, rinominata “V-Day” in Italia è cominciata a Foggia, dove gli operatori sanitari hanno ricevuto per primi il trattamento.

In molti, però, sono ancora scettici di fronte al vaccino e, addirittura, sono contrari a farselo somministrare. Altri, invece non vedono l’ora che arrivi il loro turno, come Selvaggia Lucarelli che, infatti, ha puntato il dito contro i cosiddetti “no-vax”, dedicandogli un lungo post.

Selvaggia Lucarelli furiosa per il vaccino

foto-selvaggia-lucarelli-31-ottobre-min

Tramite i suoi profili social la giornalista de “Il fatto Quotidiano” si è di nuovo scagliata contro i cosiddetti “no-vax”, coloro, cioè, che sono contrari ai vaccini e che non intendono sottoporsi a tale trattamento.

La Lucarelli, infatti, ha deciso di commentare duramente le parole di Arcuri che, di recente, aveva parlato di “campagne mediatiche “molto emozionanti” a cui parteciperanno registi, attori e letterati per sensibilizzare la popolazione sul tema.

“Vorrei capire cosa ci sarebbe di più emozionante e convincente di quello che è accaduto nel 2020, dalle bare di Bergamo in poi.”

ha detto infatti lei, ricordando il difficile periodo vissuto a Marzo dal paese.

“Questi non li convinci con una campagna, li convinci dicendo che i poteri forti non vogliono che ci vacciniamo e che ai non vaccinati, con l’esposizione al 5G, spunterà una coda preistorica.
Lasciate stare le campagne emozionanti. Quelli che si emozionano sono già persuasi da un pezzo.”

ha aggiunto Selvaggia, tra il sarcastico e l’incredulo, ma anche un po’ furiosa. I commenti al suo post, però, inevitabilmente si dividono. Qualcuno è pro, altri contro!