Pomeriggio 5: feste durante il lockdown, Elisa De Panicis colpevole?

Stefania Bastianucci
  • Esperta in: Programmi tv, Talk Show e Gossip
11/12/2020

Non si fermano le polemiche dopo la festa di compleanno organizzata da Elisa De Panicis in un noto hotel di Milano. Barbara D’Urso durante Pomeriggio 5 si collega con l’influencer per farla replicare all’accusa di essersi fatta pagare tutto da un imprenditore svizzero.

elisadepanicis

L’influencer ha organizzato un party in un noto hotel in cui sembra aver raggirato le nuove norme del DPCM. Non hanno violato alcuna regola o legge, né lei, né i suoi invitati, ma la pubblicazione di stories e foto non sono piaciute alla gente che vive in ristrettezze in questo particolare periodo.

La versione della De Panicis

elisa de panicis mila suarez-2

L’influencer interviene da Barbara D’Urso, in collegamento con Pomeriggio 5 la bella Elisa chiarisce anche alcuni aspetti che riguardano chi ha pagato il conto. Elisa De Panicis è attualmente all’estero e tiene a precisare che era solamente una cena e non un festeggiamento vero e proprio.


Leggi anche: Pomeriggio 5: Elisa De Panicis e Mila Suarez si amano?

La ragazza dice che tutti avevano fatto il test Covid, inoltre afferma che non hanno infranto le regole perché avevano delle camere riservate. Si può stare a cena nel ristorante  solo nel momento in cui si alloggia nell’hotel.

A fianco del loro tavolo, racconta la ragazza non conosceva nessuno. In quel tavolo c’era seduto l’imprenditore svizzero che ha pagato il conto della cena e delle camere di tutti gli invitati. L’unica amicizia in comune con il ragazzo sarebbe stata Mila Suarez.

Parla l’uomo che ha pagato il conto

elisa-de-panicis

Al momento del conto Elisa si accorge che i conti dei due tavoli sono stati uniti e chiede gentilmente di dividere. Il ragazzo altrettanto gentilmente si offre di pagarlo interamente lui, nessun problema se non fosse che poi il ragazzo ha dato pubblicamente della barbona all’influencer.

L’imprenditore doveva essere in studio da Barbara D’Urso, ma non ha potuto, ha comunque scritto una lettera in cui spiega i fatti e che il suo voleva solo essere un gesto galante.