Paolo Bonolis finisce nel Guinness dei Primati

-
28/03/2021

Nonostante durante la sua infanzia Paolo Bonolis abbia sofferto di balbuzie, che gli ha reso difficile i primi anni di vita, attualmente il conduttore detiene un record particolare legato proprio alla sua parlantina, che lo ha fatto finire nel Guinness dei Primati.

IM-Paolo-Bonolis-1200×800

Paolo Bonolis è uno dei conduttori più amati della televisione e i numeri lo dimostrano! Di recente, infatti, Paolo ha anche battuto Roberto Benigni, che con il suo speciale dedicato a Dante ha guadagnato il 15.6% di share contro la media del 22.4% del conduttore romano.

Il suo successo è merito anche della sua grande cultura, della prontezza di spirito con cui porta avanti i suoi programmi e della sua parlantina, con cui ormai da anni diverte il pubblico. Parlantina che, di recente, lo ha anche portato ad aggiudicarsi un posto nel Guinness dei Primati 

Paolo Bonolis: l’incredibile record del conduttore

avanti-un-altro-paolo-bonolis-un-compleanno-particolare-paolo-bonolis-apre-all-addio-altro-stancante-documentari-v4-439554-1280×720-1


Leggi anche: Paolo Bonolis racconta il suo sogno nel cassetto

In passato il linguaggio è stato un grande problema per Bonolis che, come ha rivelato in una recente intervista, da piccolo ha sofferto per anni di balbuzie, che gli ha causato moltissime difficoltà soprattutto a scuola.

“Nelle interrogazioni ci mettevo secoli a finire una frase”.

aveva infatti raccontato. Oggi, però, quasi sempre insieme a Luca Laurenti, riesce a condurre (e anche con successo) numerosi programmi, da Tale e Quale a Ciao Darwin

Il conduttore, addirittura, ormai è famoso per la sua parlantina molto veloce che, proprio durante il game show di Canale 5 sfoggia davanti ai suoi ospiti. La cosa gli ha fatto addirittura guadagnare un primato mondiale!

Nel 2010, infatti, l’uomo si è aggiudicato un Guinness World Record per aver pronunciato in un solo minuto il numero più alto di parole, cioè 332.

Insomma, un risultato davvero incredibile se pensiamo a quel bambino che anni fa faticava a trasformare i suoi pensieri in parole. Come ha fatto? Tanti esercizi, forza di volontà e autocontrollo.


Arianna Preciballe
Laureata in Fashion Design
Esperta di: Moda, Design e Gossip
Suggerisci una modifica