Maria De Filippi: stipendio da capogiro

Vito Girelli
  • Esperto in: Moda, Gossip e Reali
30/12/2020

La regina di Canale 5 non è solo una conduttrice, ma è al pari di una piccola imprenditrice per i suoi guadagni stellari. Milioni di euro per una delle donne più influenti della televisione italiana.

MARIA DE FILIPPI-

Da pochissimo ha compiuto 59 anni, Maria De Filippi, dagli anni novanta ad oggi la sua ascesa nelle case degli italiani è stata incontrastabile, arrivando ad essere incoronata da molti come la regina della tv italiana.

Maria non è solo una conduttrice, ma prima di tutto una autrice di tutti i suoi programmi che cura nel dettaglio sin dalla fase “embrionale”. I suoi prodotti sono suoi figli, dei figli d’oro dati i milioni che intasca la milanese ogni anno.

Quanto guadagna Maria?

foto-maria-de-filippi-si-allunga

Da Amici a Tu si Que Vales, sino ai programmi adatti ai più sentimentali come C’è Posta per Te, Maria riesce a guadagnare circa 10 milioni di euro ogni anno. La Fascino S.r.l è una società di produzione di cui lei è una dei maggiori azionisti, insieme al gruppo RTI. I ricavi della società sono divisi al 50% con la conduttrice che, al 2017, ammontavano a circa 5 milioni di euro. 

Il sito ufficiale della società, Witty tv, è ricco di sponsorizzazioni e integrato in diversi programmi di affiliazione con noti brand, collaborazioni che rendono il sito un guadagno stabile, interamente gestito dalla De Filippi in persona.

I suoi guadagni da capogiro sono frutto anche del grande successo di alcuni programmi recenti come Temptetion Island, che non molti sanno essere zampino della moglie di Maurizio Costanzo.

Vi aspettavate che Maria guadagnasse così tanto? Molto più di un calciatore medio di serie A. Amata da molti, Maria sembra non volersi arrestare nella sua ascesa verso il monopolio dell’intrattenimento pomeridiano e serale, essendo in grado di rinnovare tutte le sue creazioni in modo da dargli più lustro ogni volta (Si veda Uomini e Donne Over, diventato ancor più seguito di Uomini e Donne).