Libero De Rienzo è morto: stroncato da un infarto a 44 anni

16/07/2021

Libero De Rienzo noto attore partenopeo è morto alla giovane età di 44 anni. L’attore e regista è stato stroncato da un infarto nella sua casa a Roma dove nella serata di ieri è stato ritrovato il suo corpo.

Libero De Rienzo è morto: stroncato a 44 anni

Questa mattina è stato dato l’annuncio: Libero De Rienzo è morto! Il corpo dell’attore è stato ritrovato ieri sera nella sua casa di Roma da un amico, che non avendo sue notizie da giorni si è allarmato.

Secondo gli esami operati sul corpo, la causa della morte sarebbe riconducibile all‘infarto, nonostante la giovane età di De Rienzo (solo 44 anni). Sul corpo infatti, nono sono stati ritrovati segni di violenza o di colluttazione.

Nato a Napoli, precisamente a Forcella nel 1977 Libero viveva a Roma da quando aveva solo 2 anni. De Rienzo lascia la moglie Marcella Mosca e due figli, rispettivamente di 6 e 2 anni.


Leggi anche: I 100 più grandi film secondo il Time

Libero De Rienzo: carriera e vita privata

Libero De Rienzo

Libero De Rienzo aveva intrapreso la carriera d’attore seguendo le orme di suo padre Fiore De Rienzo, noto per essere stato l’aiuto regista di Cito Maselli.

Libero ha avuto una carriera di tutto rispetto vincendo agli esordi nel 2002 il Premio David di Donatello come miglior attore non protagonista nel film “Santa Maradona” di Marco Ponti.

De Rienzo ha poi recitato nel film “La kryptonite nella borsa” di Ivan Cotroneo, girato a Napoli nel 2011, e dal 2014 ha preso parte al cast della saga commedia surreale di Sydney Sibilia “Smetto quando voglio” e ai rispettivi sequel.

Di seguito la filmografia completa di Libero De Rienzo:

  • La via degli angeli, regia di Pupi Avati (1999)
  • Asini, regia di Antonello Grimaldi (1999)
  • A mia sorella!, regia di Catherine Breillat (2001)
  • Benzina, regia di Monica Stambrini (2001)
  • Santa Maradona, regia di Marco Ponti (2001)
  • Gioco con la morte, regia di Maurizio Longhi (2001)
  • A/R Andata + Ritorno, regia di Marco Ponti (2004)
  • Mundo civilizado, regia di Luca Guadagnino (2005)
  • Sangue – La morte non esiste, regia di Libero De Rienzo (2005)
  • Milano Palermo – Il ritorno, regia di Claudio Fragasso (2007)
  • Fortapàsc, regia di Marco Risi (2009)
  • Le ultime 56 ore, regia di Claudio Fragasso (2010)
  • Tutti al mare, regia di Matteo Cerami (2011)
  • La kryptonite nella borsa, regia di Ivan Cotroneo (2011)
    Miele, regia di Valeria Golino (2013)
  • Smetto quando voglio, regia di Sydney Sibilia (2014)
  • Ho ucciso Napoleone, regia di Giorgia Farina (2015)
  • La macchinazione, regia di David Grieco (2016)
  • Cristian e Palletta contro tutti, regia di Antonio Manzini (2016)
  • Smetto quando voglio – Masterclass, regia di Sydney Sibilia (2017)
  • Smetto quando voglio – Ad honorem, regia di Sydney Sibilia (2017)
  • Easy – Un viaggio facile facile, regia di Andrea Magnani (2017)
  • La casa di famiglia, regia di Augusto Fornari (2017)
  • Una vita spericolata, regia di Marco Ponti (2018)
  • Dolceroma, regia di Fabio Resinaro (2019)
  • Restiamo amici, regia di Antonello Grimaldi (2019)
  • I due papi, regia di Fernando Meirelles (2019)
  • A Tor Bella Monaca non piove mai, regia di Marco Bocci (2019)
  • Cambio tutto!, regia di Guido Chiesa (2020)
  • Il caso Pantani – L’omicidio di un campione, regia di Domenico Ciolfi (2020)

I funerali per il momento non sono stati ancora fissati: l’attore verrà sepolto accanto alla madre in Irpinia.


Potrebbe interessarti: Temptation Island: chi è Marco Guercio, nostra vecchia conoscenza


Anna Vitale
Laureata in Comunicazione pubblica e digitale
Esperta in: Tv e Gossip
Suggerisci una modifica