La mamma della Ferragni si racconta: “A volte mi danneggia”

-
19/01/2021

Marina Di Guardo ha raccontato a Roberto Alessi, direttore del noto settimanale Novella 2000, com’è essere la mamma di una delle influencer più famose e ricche al mondo.

IN-Marina-Di-Guardo

Essere la mamma di Chiara Ferragni oggi non dev’essere certo una cosa semplice vista la straordinaria notorietà della figlia. Se poi sei una famosa scrittrice le cose si complicano dato che la cosa potrebbe in qualche maniera ricadere sulla tua professione e Marina spiega perché.

Essere la mamma di Chiara Ferragni? Un’impresa!

chiara-ferragni-e-mamma-meteoweek

La madre di Chiara Ferragni, intervistata dal giornalista Roberto Alessi, ha spiegato come ci si sente ad essere la madre di una persona così famosa come sua figlia. Secondo le sue parole infatti, non è tutto oro quello che luccica..

“Credo mi aiuti per la visibilità, ma mi danneggia per la credibilità che posso avere in certi ambienti dove pensano: ‘Ah, la madre della Ferragni pubblica libri: chissà chi glieli scrive’”.


Leggi anche: Chiara Ferragni: Leone si porta dietro la bambola della mamma

Dunque Marina vive anche con una certa difficoltà questo ruolo, soprattutto per quanto riguarda l’ambito professionale; la Di Guardo è infatti una famosa scrittrice specializzata nel genere thriller ed ammette che spesso le malelingue fanno circolare voci non veritiere che danneggiano la sua immagine ed il suo lavoro.

Una scrittrice famosa mamma di una figlia ancora più famosa

IMG-7232

Classe 1961 Marina è la mamma di Chiara Ferragni e delle sorelle Valentina e Francesca avute con l’ex marito Marco medico dentista; nata in Sicilia oggi la Di Guardo vive a Cremona ma spesso si reca a Milano dalla figlia Chiara e dalla sua famiglia. Marina è infatti nonna del piccolo Leone, il bambino che Chiara ha avuto con il marito Fedez, e tra poco diventerà nonna bis grazie all’arrivo della secondogenita della coppia.

Autrice di famosi thriller, la Di Guardo ha appena pubblico l’ultimo suo lavoro dal titolo Nella buona e nella cattiva sorte; oltre a questo infatti ha scritto anche:

L’inganno della seduzione, Nulla Die, 2012.
Non mi spezzi le ali, Nulla Die, 2014.
Com’è giusto che sia, Mondadori, 2017.
La memoria dei corpi, Mondadori, 2019.
eBook:
Bambole gemelle, Feltrinelli, 2015.
Frozen bodies, Delos Books, 2016.


Roberta Porti
  • Laureata in Scienze Politiche
  • Esperta in Gossip e Soap opera
Suggerisci una modifica