Il Segreto anticipazioni Mercoledì 25 Novembre: Santos confessa tutto e Ignacio è senza parole!

Sono arrivate le anticipazioni de Il Segreto, direttamente degli episodi spagnoli. La soap opera va in onda su Canale 5 dal Lunedì al Venerdì e la Domenica. Scopri tutta la trama dell’episodio di oggi 25 Novembre 2020:Santos rivela la verità e Ignacio è scioccato; Matias cerca di convincere Marcela di non avere amanti!
jpg

Stai per leggere tutte le anticipazioni de Il Segreto: la imperdibile soap opera spagnola è emessa su Canale 5 dal Lunedì al Venerdì alle 16:10, dopo Uomini e Donne e la Domenica alle 14:10, dopo Una Vita. Ecco tutte le anticipazioni sulla trama e vicissitudini sull’episodio di oggi 25 Novembre 2020. Matias è preoccupato per suo nonno e tutta la situazione di giustizia nel Paese e cerca di spiegarlo a Marcela, che crede sia impegnato con la sua amante. Nel frattempo, Ignacio riceve una notizia allucinante da Santos!

Matias è preoccupato

il-segreto-trame-spagnole-matias-torna-a-casa-dopo-quattro-anni-di-carcere-per-rissa-2440759

Matias deve far fronte ai dubbi di suo moglie, la quale è molto preoccupata a causa della sua assenza, sia fisica che mentale. Tuttavia, Matias la rassicura confermando che nella sua testa non c’è nessuna donna: è solamente terrorizzato dalla brutta situazione del Paese e teme di finire in carcere. In più suo nonno Raimundo è molto grave e vuole sapere più informazioni.

Don Ignacio e la giustizia

foto-il-segreto-ignacio-solozabal-1

Nel frattempo, Santos svela tutta la verità a Don Ignacio: l’operaio di Bilbao che è stato ucciso era suo padre e la sua morte è stata causata per fare pressione su Maria Jesus, cosicché la donna si affrettasse a consegnare Pablo, quando ancora piccolo, alla famiglia Salozabal . Ignacio allora è scioccato e minaccia l’imprenditore di farlo finire in prigione insieme al suo collaboratore, Urratia. Tuttavia, Santos cerca di fargli capire il suo punto di visto. Maria Jesus è sua zia e sta cercando vendetta. Tuttavia, la donna non è così buona come si crede.