Guendalina Tavassi ammette: è stata aggredita

14/09/2021

Dopo che ieri Guendalina Tavassi aveva pubblicato uno scatto in cui appariva con un occhio nero il popolo del web ha cominciato a chiedersi cosa fosse successo e, così, la donna è stata raggiunta da Fanpage.it, che ha cercato di capire come sono andate le cose.

Schermata-2021-09-13-alle-11.32.07

Ieri Guendalina Tavassi aveva postato uno scatto in cui si era mostrata con un occhio nero.

“Io fortunatamente, sono ancora qua”,

aveva scritto la donna, senza dare troppe spiegazioni. Poco dopo anche Gaia, la figlia 14enne, aveva condiviso la stessa foto.

“A ridurre mia madre così, che schifo. Vergogna, sono senza parole”.

aveva scritto la ragazzina, facendo pensare che la madre fosse stata aggredita. Entrambe avevano eliminato la foto incriminata dopo poco tempo ma, a quanto pare, al popolo del web non è sfuggita e, infatti, subito i fan della donna hanno cominciato a chiedersi cosa fosse successo.


Leggi anche: GF, Guendalina Tavassi disperata: diffusi video intimi

In queste ore, così, Fanpage.it, ha contattato l’ex gieffina, facendosi spiegare come sono andate le cose.

Guendalina Tavassi: la verità sull’aggressione

Guendalina-Tavassi-1

Raggiunta da Fanpage.it, che ha cercato di vedere meglio nella questione, Guendalina Tavassi ha rivelato di non poter raccontare esattamente cosa è successo.

Non posso parlare al momento, sono ancora sconvolta, sto andando dalla polizia a fare la denuncia e devo parlare con il mio avvocato. Ho vissuto momenti migliori, ma davvero non posso parlare fin quando non avrò concluso con denunce, querele”.

ha detto la donna.

“Non posso dire dove è successo, chi è stato, ma vi ringrazio per avermi chiamata. Mi dispiace ma non posso dire nulla“.

ha continuato Guendalina che, secondo il portale, era ancora molto provata. Non è chiaro nemmeno perché la donna abbia prima postato la foto e poi l’abbia eliminata perché, di fronte alla richiesta del giornale, la Tavassi ha cercato di cambiare discorso, ribadendo di dover parlare con il suo avvocato.

Sembra, però, che l’influencer conosca il suo aggressore ma che, per motivi di privacy, non possa dire nulla su di lui. Sarà davvero così? Che ne pensate?


Arianna Preciballe
Laureata in Fashion Design
Esperta di: Moda, Design e Gossip
Suggerisci una modifica