Favoloso rinviato a giudizio contro Selvaggia Lucarelli

Anna Vitale
  • Dott. in Comunicazione pubblica e digitale
15/07/2020

Dopo più due anni di indagini Luigi Mario Favoloso è stato rinviato a giudizio. Luigi era stato accusato di diffamazione per la frase sessista che aveva scritto su Selvaggia Lucarelli.

luigimariofavoloso-selvaggialucarelli-14182313

Sono passati ormai più di due anni da quel fatidico gesto che costò a Luigi l‘espulsione dal Grande Fratello. Attualmente il giovane campano sembra aver trovato la felicità accanto all’ex pupa Elena Morali. I due si sono sposati con rito masai e adesso si godono la loro estate, spostandosi da una meta balneare all’altra.
Di recente si è parlato di lui perchè per quella sua bravata contro Selvaggia Lucarelli è stato rinviato a giudizio. Ma scopriamo insieme cosa era successo.

Luigi Mario Favoloso: maglietta sessista contro Selvaggia

favo1-950×684-1

Il fatto risale al maggio 2018, in quel momento Favoloso si trovava nella casa del Grande Fratello, e alla conduzione quell’anno c’era Barbara D’Urso.
Vi ricordate perchè luigi ha fatto quel gesto? La produzione aveva deciso di non dare più le sigarette al concorrente, e inoltre gli avevano raccomandato di on nominare più Selvaggia Lucarelli durante il programma. Favoloso per rispondere alle richieste e alle imposizioni della regia ha deciso di scrivere una scritta provocatoria e sessista sulla sua maglietta.
Con un rossetto rosso scrisse sulla sua T-Shirt “Selvaggia su*a“. Questo gesto costò a Luigi l’espulsione dal programma.  All’epoca la Lucarelli rivelò di aver querelato il giovane campano per il gesto, e da quel momento sono partite le indagini. Quest’ultime sono terminate di recente con un rinvio al giudizio per l’ex gieffino.

L’avvocato di Selvaggia commenta l’esito delle indagini

CONFERENZA STAMPA SULLA PROPOSTA DI LEGGE DEI 5 S CONTRO IL REVENGE PORN

L’avvocato di  Selvaggia LucarelliLorenzo Puglisi ha commentato così:

“L’iniziativa della procura di Roma rappresenta certamente il giusto monito per chi sottovaluta le conseguenze delle proprie azioni. Tv e web non possono più continuare ad essere uno spazio franco ed è giusto che chi diffama si prenda le proprie responsabilità, anche in un’aula di giustizia.”

Per adesso invece nè Luigi nè Selvaggia hanno commentato la notizia.