Fabrizio Corona rischia grosso: multa e diffida, ecco perchè

Ignorando i divieti imposti dalle regole per evitare il contagio da  Covid-19 ecco che Fabrizio Corona, ex fotografo dei Vip, riceveva nella sua abitazione  il suo personal trainer tanto che è scattata la multa per il trainer e  la diffida dal Tribunale di Sorveglianza di Milano.

Lo avrebbe chiamato diverse volte per aiutarlo negli allenamenti

palestra corona

Nella diffida gli viene intimato il rispetto delle regole sul distanziamento sociale previste dagli ultimi provvedimenti imposti dal Governo per la prevenzione del contagio. E’ stato accertato dalla Polizia di Stato, infatti, che Corona  ha ricevuto diverse volte il suo personal trainer all’interno della sua abitazione di Milano nonostante fosse sottoposto alla detenzione domiciliare.

Il suo personal trainer multato

corona

Una inosservanza alle regole con una doppia infrazione per Corona e una multa per il suo personal  trainer è stato multato per aver violato il divieto di spostamenti in assenza di comprovate necessità, come prescrive la norma contenuta fra le disposizioni previste dal Governo

Gli allenamenti in casa di Fabrizio

corona palestra

Su Instagram, nel suo profilo, Corona pubblica i suoi allenamenti a casa e scrive: “Sforzatevi di capire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato non è poi così difficile e smettetela di giocare alle spie per la vostra invidia opprimente che vi attanaglia da anni, nonostante le mie condizioni restrittive. Tanto io sono felice prima di tutto perché ho ritrovato me stesso

Maglietta con autocertficazione

maglia corona

La posta su Instagram scrivendo: “Simbolo di un periodo che resterà nella storia  e che andrà ricordato  per sempre. Mode e regole. Icona

Festa per il suo 46esimo compleanno

compelanno corona

Con un video  che Corona ha pubblicato su Instagram, a petto nudo con i tatuaggi in bella mostra, spegne le candeline su una torta, portata da una persona presente nella stanza insieme a suo figlio e a Nina Moric,  scrive: “C’è poco da festeggiare. Una soffertissima, piccolissima libertà. C’è poco da festeggiare, in questo momento bisogna pensare agli altri. E io oggi penso e proteggo l’unica famiglia che mi è rimasta, mia moglie e mio figlio. Forza. Andrà tutto bene. Me lo ripeto da anni e oggi lo dico a voi”.