Fabio Volo contro Fedez: “La beneficenza non va ostentata”

Stefania Bastianucci
  • Esperta in: Programmi tv, Talk Show e Gossip
16/12/2020

Il rapper è al centro della polemica. Nel week end scorso il marito di Chiara Ferragni ha immortalato il momento in cui consegnava 5 mila euro in beneficenza. Il tutto è stato documentato a bordo di una Lamborghini, lo scrittore Fabio Volo si scaglia contro Fedez.

5646637-1246-fedez-fabio-volo

Nel weekend Fedez è stato protagonista dell’ennesima polemica. Il rapper a bordo della sua auto lussuosa è andato in giro per Milano, regalando pacchetti con dentro dei soldi a cinque passanti. 

La beneficenza secondo Fedez

5645199-0630-fedez-lambo

Cinque pacchetti da mille euro ciascuno, il rapper li ha donati a cinque sconosciuti andando in giro per Milano. Non mancano le polemiche, infatti c’è chi attacca Fedez. Fabio volo contesta il gesto di Fedez pubblicamente, dicendo che la beneficenza non va ostentata.

I soldi che Fedez ha donato sono il ricavato dei soldi raccolti sulla piattaforma Twitch.

La replica di Fedez

beneficenza-in-lamborghini-fedez-risponde-cosi-alle-accuse-video-500

Dopo le critiche Fedez ha replicato a chi lo accusa di esse stato di cattivo gusto, a causa dell’automobile con cui ha fatto il gesto. L‘auto di lusso non va d’accordo con lo spirito della beneficenza, ma il rapper risponde così:

“In merito alle polemiche derivate dall’iniziativa benefica di ieri, mi preme chiarire un paio di punti. Non ho scelto io né a chi né come distribuire gli aiuti. Per farlo ho usato la mia macchina, che mi sembra di capire sia da cambiare”

Continua manifestando un pò di amarezza per quello che ha letto nelle pagine dei giornali e sul web:

“Mi dispiace leggere negli articoli il modello della mia macchina, come se fosse una discriminante. La mia macchina l’ho pagata regolarmente e non me ne vergogno. Se i miei utenti mi chiedono di fare qualcosa che è a fin di bene io non voglio esimermi dal farlo. Probabilmente la prossima volta prenderò la metro, se il problema è la mia macchina.”