Barbara d’Urso in lacrime: la commozione è troppa anche per lei

-
30/03/2020

Durante la trasmissione Pomeriggio 5 andata in onda giovedì 26 marzo la nostra Barbara si è commossa raccontando la storia di Giuseppe. Ma vediamo nel dettaglio cos’è successo.

barbara d urso


Nell’ultimo periodo il tema centrale delle trasmissioni di Barbara è la situazione legata al Coronavirus.
Ogni giorno infatti ci sono aggiornamenti, storie, racconti e consigli su come affrontare quest’emergenza. Obiettivo di Mediaset è quello di fornire ai suoi telespettatori, un’informazione sempre aggiornata sull’evoluzione del Covid19 nel nostro paese e nel mondo.

Uno dei collegamenti di giovedì era con un signore anziano residente a Sassuolo, Giuseppe.
L’83enne ha raccontato

Non ho mangiato per giorni, non potevo uscire essendo a rischio Coronavirus e non avevo neanche i soldi. Dopo alcuni giorni senza mangiare ho chiamato i carabinieri che mi hanno aiutato


Leggi anche: Barbara D’Urso video scandaloso in spiaggia

Queste parole di “nonno Giuseppe”, affettuosamente così soprannominato proprio dai carabinieri, hanno emozionato la conduttrice che non è riuscita a trattenere le lacrime “Grazie per aver preso l’impegno di aiutare Giuseppe. Grazie a tutte le forze dell’ordine, siete fondamentali per tutti noi”.

Queste le parole di Barbara che ad ogni occasione non smette di lodare l’impegno ed il lavoro svolto delle forze dell’ordine.

“La fame è fame” ha dichiarato inoltre Giuseppe e, non senza emozione, la conduttrice ha poi mandato in onda l’audio con la telefonata dell’83enne proprio ai carabinieri.

I carabinieri sono andati spontaneamente al supermercato e abbiamo subito avvertito i servizi sociali. Ogni giorno è diventato un nostro pensiero passare per chiedergli come sta è quanto affermato da uno di loro che ha fatto poi un appello a chiunque avesse bisogno e si trovasse in difficoltà “chiamate noi che abbiamo la possibilità di intervenire”

“I carabinieri gran signori, l’esercito italiano migliori che esista in tutto il mondo! Mi hanno portato da mangiare. E’ grazie a loro se sto in piedi, non ci sono da nessuna parte i carabinieri come qua”  parole che scaldano il cuore. Auguri e forza Giuseppe!


Roby
  • Scrittore e Blogger
  • Redattore specializzato in Design
Suggerisci una modifica