Ballando con le Stelle: Canino contro Mussolini

-
18/10/2020

L’ultima puntata di Ballando con le Stelle ha regalato tantissime emozioni. Tra un’esibizione e l’altra c’è stato anche un acceso scontro tra il giudice Fabio Canino e Alessandra Mussolini.

ballando-con-le-stelle-2020-canino-mussolini-fascisti

Sabato sera Ballando con le Stelle è riuscito a regalare tantissime emozioni. Una dopo l’altra l’esibizioni dei vari concorrenti sono riuscite a sorprendere il pubblico. A un certo punto però c’è stato uno scontro tra il giudice Canino e la Mussolini. L’attore ha invitato la politica a scusarsi per una frase che aveva detto svarianti anni prima in una furiosa lite con Vladimir Luxuria. Ma scopriamo nello specifico a cosa si riferisce Canino e come ha replicato la Mussolini.

Canino contro la Mussolini

foto-canino-mussolini-min-1024×576

Dopo l’esibizione di Alessandra Mussolini e di Maykel Fonts la giuria ha espresso i voti. In questo frangente Fabio Canino commentando l’esibizione della Mussolini ha semplicemente detto: “Meglio dell’altra volta”. Alberto Matano incuriosito dalla poca loquacità di Canino ha chiesto al suo collega di essere più preciso e di esprimere un parere più esaustivo. A questo punto quindi l’attore ha deciso di spiegare a tutti il motivo del suo comportamento nei confronti dell’ex europarlamentare:


Leggi anche: Ballando con le Stelle: la Mussolini in ospedale

“Io di lei ho un’idea molto brutta. Una donna che va in televisione e dice ‘Meglio fascisti che fr**i‘ per me è una cosa grave. Se lei dice: ‘Io ho sbagliato’, possiamo diventare anche amici”.

La politica inizialmente ha cercato di sviare il discorso e ha detto: “Io penso che noi dobbiamo fare uno spettacolo in un momento difficile e dobbiamo andare avanti. […]”. Le parole della Mussolini però non sono bastate e l’intera giuria ha invitato la parlamentare a scusarsi. La Mussolini ha quindi detto:

“C’era la famosa trasmissione. Noi stavamo facendo un dibattito politico, perché all’epoca Vladimir Luxuria era in politica. Ha iniziato ad attaccare. Quando uno dice ‘fascista’, lo fa come un attacco. Quando mi contesti non per quello che dico, ma per come mi chiamo, io divento matta. È successo quello. In un momento così, questa cosa non andava detta. Sicuramente, sia da parte mia che da parte di Vladimir, ci sono state frasi completamente sbagliate e fuori luogo”.

Di recente però anche Vladimir Luxuria ha voluto dire la sua e ha spiegato che in realtà non era stata lei a dare della “fascista alla Mussolini” nonostante tutto però ha deciso di chiudere la questione e andare avanti: “Vivo proiettata nel futuro, vivo senza rancore e pronta a voltare pagina e ricominciare quando si ammette di aver usato espressioni sbagliate”.


Anna
  • Scrittore e Blogger
  • Redattore specializzato in Design
Suggerisci una modifica