Svezzamento in viaggio, si può?

Durante la fase di svezzamento non è facile preparare da mangiare per il proprio bebè. Le cosiddette pappe o i cosiddetti brodini hanno infatti bisogno di molta attenzione per essere cotte a puntino. Cerchiamo di dare in questo post qualche consiglio alle neo-mamme su come preparare le pappe ai propri figli durante una situazione di viaggio.

Quando scegliete la meta del vostro viaggio sarebbe idoneo scegliere una sistemazione in appartamento così che ci sia una cucina con tutte le stoviglie per preparare una pappa ad hoc. Proviamo a fare qualche esempio: il brodino. Il brodino per neonati deve essere preparato a casa e magari conservato in barattoli di vetro o contenitori di plastica. Altro metodo di consumare il brodino è quello di surgelarlo prima e trasportarlo con borsa frigo, ma badate bene che questo va consumato massimo un paio di giorni, dopo i quali dovrete rifare un brodino fresco. Per preparare un brodino “da viaggio” avete bisogno di una pentola a pressione, di un frullatore (dove passerete tutta la verdura cotta) e un passatutto o un frullatore ad immersione. Una buona sostituzione della pentola a pressione può essere una qualsiasi, basta che sia idonea a far bollire le verdure per un paio d’ore, se non volete portarvi dietro il frullatore vi toccherà sminuzzare le verdure con la forchetta.

Se invece lo svezzamento del vostro bambino è a buon punto potete anche utilizzare – per pochi giorni – le cremine in acqua calda e cuocere le verdure a parte. Altra soluzione possono essere gli omogeneizzati di verdura, decisamente più pratici per il viaggio. Voi mamme cosa preferite quando siete in vacanza con il vostro piccolo?

Chi Siamo