Ricetta pasta: gli anellini alla pecorara

Oggi vi delizierò con una ricetta tipica della mia regione, l’Abruzzo, che in tanti hanno saputo apprezzare e riproporre, magari con influenze di altre regioni: gli anellini alla pecorara.

Si tratta di un primo piatto fatto con un sugo di verdure molto sostanzioso ma di natura povera, infatti i suoi ingredienti sono molto economici (a seconda delle stagioni).

Nella vostra spesa comprate 1 kg di farina di grano duro, 400 grammi di farina di grano tenero, 5 uova, un gambo di sedano, 1 cipolla, 1 carota, 2 litri di passata di pomodoro, una melanzana grande, 2 zucchine, un peperone, 200 grammi di ricotta di pecora fresca, 100 grammi di parmigiano grattugiato ed ovviamente olio extravergine di olive e sale.

Per prima cosa mettiamo a fare il nostro sugo: prima fate un soffritto con cipolla, sedano e carota tagliati finissimi, quindi aggiungere le zucchine, la melanzana ed il peperone (tagliati a tocchetti), lasciare cuocere per 8-10 minuti, quindi aggiungere la passata ed il sale. Abbassate il fuoco e lasciate a cucinare almeno 1 ora e mezza, girando di tanto in tanto. Il segreto per la bontà del sugo è di farlo cuocere lentamente anche per 4-5 ore.

Fate quindi gli anellini facendo una fontana di farina dove all’interno metterete le uova ed il sale. Impastate energicamente ed aggiungete acqua se il composto è troppo duro. Fate delle striscioline poco più piccole di un dito, e componete i vostri anellini. Fate cuocere in abbondante acqua salata, scolate, unite il sugo e spolverate con la ricotta fresca ed il parmigiano grattugiato.

anellini alla pecorara