Ingredienti cocktail alcolici ricette: Garibaldi (Campari Orange) e Godfather

Dedicare un cocktail ad un personaggio noto è impresa ardua, quando poi questo si chiama Giuseppe Garibaldi ed ha contribuito a fare l’unita d’Italia la partita si fa ancora più dura.

Il Garibaldi cocktail, o, se preferite, il Campari orange, è una bevanda di forte personalità che farà ricredere anche i più scettici, compresi gli storici.

Per preparare il Garibaldi abbiamo bisogno di Campari bitter, succo d’arancia, fragola mixybar ed 1 fetta di arancia e 1 fragola per decorare.

In uno shaker mescoliamo ghiaccio, 40 grammi di Campari bitter, 60 grammi di succo d’arancia, 10 grammi di fragola mixybar, shakeriamo per una decina di secondi, quindi serviamo in un bicchiere. Decoriamolo ora con la fetta di arancia e con la fragola tagliata a metà.

Da Garibaldi ci spostiamo dapprima in Sicilia per poi volare direttamente negli Stati Uniti. Si perché il cocktail che ora vi descriverò arriva direttamente dalla cinematografia e dall’immaginario comune di noi tutti, visto che si chiama il Godfather, il padrino.

Chi di voi non ha visto la celeberrima trilogia sulla famiglia Corleone di Francis Ford Coppola con Marlon Brando, Robert DeNiro, Al Pacino, John Cazale, Diane Keaton?

La storia narra che il nome del cocktail nacque dopo che un cliente che l’aveva sorseggiato esclamò, in segno di ammirazione, la parola “God Father”, ovvero “Dio Padre”.

Il Godfather nasce negli Stati Uniti durante gli anni Sessanta ed è costituito da scotch whisky e amaretto di Saronno.

Per preparare la ricetta del Godfather basta versare nell’old fashioned pieno di ghiaccio 7/10 di scotch whisky e 3/10 di amaretto di Saronno ed il gioco è fatto.

garibaldi cocktail