Felafel ricetta originale con farina di ceci

Felafel che passione! Da qualche tempo appaiono anche fra un bancone e l’altro dei bar nell’ora dell’apertivo o dell’happy hour. Per alcuni sono dei semplici affarini verdi, in realtà le simpatiche palline dal colore smeraldo, sono uno dei piatti tipici della tradizione araba, costituito da polpette fritte a base di fave o ceci tritati con cipolla, aglio e coriandolo. Qui in Italia, i felafel sono diventati un piatto conosciuto solo da qualche anno, da quando hanno preso piede ristoranti, take away e rosticcerie di prodotti orientali in stile kebab. In realtà sono davvero semplici da preparare, e allora perchè privarsi di un piacere così comodamente da casa? Facili e veloci da preparare, i felafel sono ottimi da utilizzare come antipasto durante una cena o come stuzzichini per un aperitivo, o magari da presentare come contorno speciale.

Riguardo al procedimento, per prima cosa immergete in acqua i ceci secchi per almeno 12 ore fino a che si saranno ammorbiditi. Mettete i ceci, ben scolati e asciutti, la cipolla, l’aglio, il prezzemolo, il cumino, il coriandolo, il sale e il pepe in un mixer e tritate il tutto fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo che lascerete riposare per almeno 2 ore in frigorifero. A questo punto, possiamo preparare i nostri felafel: prendete una noce del composto ottenuto e fate una pallina he schiaccerete leggermente con il palmo della mano. Preparate tutti i felafel e lasciateli riposare in frigo per circa 60 minuti affinchè mantengano la forma che gli avete dato, senza sfaldarsi. Fate scaldare l’olio in una padella fonda e friggete i felafel fino a doratura, quindi serviteli ancora caldi accompagnandoli con una buona insalata e del pane pitta. Gnam gnam.

ceci