Come diventare chef a domicilio di successo: consigli utili e pratici

Negli ultimi tre anni in Italia ha iniziato a farsi largo una nuova realtà professionale, quella degli chef a domicilio che, diversamente dal più diffuso catering, si occupano di preparare gustose pietanze direttamente dalla cucina della casa in cui si terrà il pranzo, la cena o, perché no, anche l’aperitivo.

Ma come diventare chef a domicilio di successo? A questo proposito vogliamo darvi qualche consiglio utile per avviare una nuova professione a cui basterà aggiungere la vostra abilità culinaria ed anche la giusta dose di originalità e creatività.

Ovviamente se alle vostre spalle avete degli studi alberghieri tutto sarà più facile, ma il bello di questo lavoro è che l’importante è saper cucinare e stare ai fornelli. Se non avete esperienze precedenti vi consigliamo di seguire qualche corso di cucina in modo da impratichirvi un po’ di più, anche se la dote del saper cucinare in genere è qualcosa di innato…per la serie “c’è chi può e chi non può”.

Ma in fondo tentar non nuoce. Prima cosa da fare per avviare il business culinario è l’iscrizione alla Camera di Commercio, il superamento di un corso professionale sulle norme igieniche e sanitarie e l’apertura della Partita Iva come libero professionista.

Una volta poste le basi per il lavoro, toccherà pubblicizzare a più non posso la vostra nuova attività. La cosa migliore è sempre partire da parenti ed amici, in modo che la voce inizi a diffondersi velocemente.

Inoltre il web può aiutarvi a farvi conoscere tramite una lunga serie di portali specifici divisi per regione o categoria o, meglio ancora, potete creare direttamente un vostro sito con prezzi, portate, piatti speciali e tutto ciò che secondo voi può aiutarvi a diffondere la notizia.

In bocca al lupo e buon lavoro!

Come diventare chef a domicilio di successo: consigli utili e pratici