Come cucinare i calamari: fritti o ripieni

Cucina
  • Scrittore e Blogger

Quante volte passando nella vostra pescheria avete visto dei calamari freschi che non sapevate come trasformarli in piatto succulento da mangiare?

Nessun problema, oggi parleremo di qualche ricetta con i calamari che sono certo non vi lascerà delusi.

Iniziamo con una ricetta su come cucinare i calamari molto semplice: fritti. Basterà comprare dei calamari freschi (o surgelati freschi), pulirli, scaldare in pentola con abbondante olio per friggere e poi aggiungere i calamari. Non appena i calamari diventano color oro toglieteli dall’olio bollente e adagiateli su carta assorbente. Fate attenzione a non cuocere troppo i calamari altrimenti di induriscono.

Vediamo ora come cucinare i calamari (o i totani) ripieni. Ingredienti: 1 kg di calamari freschi, 1 sedano, 2 spicchi d’aglio, 2 acciughe salate, prezzemolo, basilico, 50 grammi di pecorino grattugiato, pinoli, 2 uova, olio extravergine di oliva, sale, 1 bicchiere di vino bianco, mollica di pane.

Prepariamo ora i nostri calamari ripieni: una volta puliti i calamari tagliuzzate finemente sedano e aglio e fateli soffriggere in padella con l’olio.

A parte tagliate i tentacoli dei calamari, aggiungeteli al soffritto e fateli cucinare per circa 10 minuti, quindi aggiungere nel sughetto formatosi la mollica di pane (va bene anche un panino o del pane con la crosta). Unite tutto in una ciotola.

Dopo aver lavato le acciughe unitele al composto dei calamari. A parte pulite e tagliate basilico e prezzemolo, quindi aggiungerli nella ciotola insieme al pecorino. Pestate i pinoli in un mortaio ed aggiungeteli insieme al resto, quindi mettere le uova. Mescolate con attenzione in modo da rendere il composto omogeneo.

Una volta che il ripieno è pronto mettetelo nei “sacchi” dei calamari e chiudete accuratamente con degli stuzzicadenti.

Mettete dell’olio in un tegame capiente, scaldatelo e poneteci sopra i calamari. Rosolateli per 4-5 minuti per ogni lato, aggiungete il vino bianco e quindi coprite per 30 minuti, controllandoli di tanto in tanto e bucandoli con la forchetta per evitare che si gonfino troppo e “scoppino”.

Il ripieno dei calamari può anche essere rosso, dovete solo aggiungere la passata di pomodoro nel ripieno o i pelati e la vostra ricetta di calamari ripieni sarà ancora più succosa.

calamari fritti