Yara Gambirasio News Autopsia: la verità sui Dna non confrontati!



Ricordate i 3000 Dna prelevati ad amici e persone vicine alla piccola Yara, a Brembate? Ci era stato detto che tutti, sino all’ultimo, i profili genetici erano stati confrontati con quella che è considerata la firma dell’assassino, una traccia biologica, rinvenuta all’interno degli slip della piccola ginnasta. Ed, invece, non è andata esattamente così. Sembra che le comparazioni si siano fermate a quota 1.500, per mancanza di fondi! Incredibile, vero? Quindi l’assassino potrebbe essere ancora a piede libero, in quel di Brembate? Ed il Dna di Fikri sarà stato comparato con la traccia biologica o è tra quelli accantonati? Insomma, non ci sono soldi per dare giustizia ad una bambina innocente, vittima di un atroce agguato? La notizia è delle più tristi. Sopratutto, adesso, che le piste sono di nuovo rivolte a quel cantiere, il cantiere di Mapello, luogo nel quale gli infallibili segugi avevano, fin da subito, portato la squadra cinofila nei primi giorni di ricerche.

Tutto porta a quel cantiere. A cominciare dall’arma del delitto: una lama sottile che ha provocato un’incisione a X con due linee parallele, intersecate ad essa, nella zona lombare ed altre ferite superficiali al collo e ai polsi della vittima. L’arma sarebbe un taglierino che i piastrellisti usano per pulire le fessure tra le piastrelle. Nei tagli, infatti, sono state rinvenute sostanze edili utilizzate per la posa. Questo elemento, unito al cemento trovato sui vestiti e alla polvere da cantiere nei bronchi, fa ben comprendere come Yara potrebbe aver esalato il suo ultimo respiro proprio in quel cantiere, degli orrori. Non dimentichiamoci, poi, che l’ultima cella che il cellulare di Yara aggancia, prima di spegnersi definitivamente, è proprio quella di Mapello.

Il Dna, rinvenuto all’interno degli slip della ragazza sarebbe stato lasciato nel tentativo dell’assassino di trarre a sé la vittima, mentre con l’altra mano cercava di tagliarle i vestiti. Capirete bene, perciò, che in questa vicenda risalire all’identità del Dna può portarci dritti dall’assassino. E non ci sono fondi? Non c’è denaro per dare giustizia ad una ragazza piena di sogni, a cui sono stati precocemente infranti? Ci auguriamo che questi fondi vengano trovati ed al più presto!