Wimbledon 2011: fermate le donne del tennis, urlano troppo!



Vi postiamo qui sotto un link interessante e divertente, apparso su Repubblica.it inerente una delle nuove tendenze delle tenniste degli anni 2000. Si parla di sport, si parla di tennis, ma a finire sotto l’attenzione è un particolare marginale. Marginale ben intesto per chi gioca magari, non per il pubblico, sia dal vivo, sia da casa. Il problema riscontrato dalla federazione del tennis inglese è che ormai le giocatrici urlano troppo e troppo forte quando giocano. In tal modo ci vanno di mezzo sia i decibel, sia l’educazione.
Il pubblico stesso si è spesso detto infastidito, da urli che ormai sono seriamente assordanti e sgradevoli. A detere il record dell’urlo più forte la statuaria tennista russa Maria Sharapova che nel 2009 si “distinse” per un urlo da 105 decibel (non so se avete un’idea). Molto criticata quest’anno invece la tennista bielorussa Victoria Azarenka, che ha raggiunto i 95 decibel. Ad esprimersi a chiare lettere su questa nuova tendenza è stato Lan Ritchie, capo esecutivo del torneo di Wimbledon che ha fatto esplicito riferimento alla scarsa educazione di molte delle protagoniste. Ha ragione? Non sapremmo dirlo. C’è chi però ha fatto notare una cosa. A queste straordinarie atlete, la cui carriera agonistica impone anni di enormi sacrifici, è stato chiesto via via di battersi come se fossero uomini. Fisici sempre più imponenti, lanci sempre più forti, forse al di fuori delle possibilità fisiche femminili. Se questi urli fossero un modo per liberare la loro spaventosa tensione fisica ed emotiva, mentre si stanno giocando tutto, al limite e forse oltre le loro possibilità?
Ecco il link:

http://tv.repubblica.it/copertina/tenniste-che-urlano-troppo-wimbledon-dice-basta/71335?video=&ref=HRERO-1