Viaggi di nozze, nel 2012 Stati Uniti destinazione più richiesta



Un mercato da oltre un miliardo di euro. È quello dei viaggi di nozze, un settore florido nonostante i venti di crisi. È quanto emerge dai dati relativi alle tendenze del 2012 diffusi da CartOrange – Viaggi su misura, azienda della vendita diretta nata nel 1999 che ha fatto delle lune di miele il proprio core business, in occasione del lancio del nuovo sito tematicowww.viaggidinozze.cartorange.com.
«Il viaggio di nozze è per molti “il” viaggio, quello in cui si investono soldi e aspettative, e quello a cui non si rinuncia nonostante tutto» afferma Gianpaolo Romano, amministratore delegato CartOrange. Lo dimostra il fatto che ormai una coppia su due sceglie di fare la lista nozze in agenzia per permettersi di concedersi il viaggio dei sogni. «Circa il 50% degli sposi sceglie la lista viaggio -spiega Romano-. La nuove coppie si fanno regalare escursioni in luoghi esotici o voli aerei o semplicemente chiedono una quota per pagare il viaggio. La maggioranza si rivolge a consulenti di viaggio o agenzie per gestire al meglio gli aspetti organizzativi sia della lista nozze sia del viaggio stesso». Il web è ormai un passaggio obbligato per chi progetta la luna di miele: «I cataloghi patinati non bastano più -aggiunge l’ad di CartOrange-. Le future coppie trascorrono molto tempo su internet, cercando informazioni sui luoghi che intendono visitare e leggendo le esperienze di chi ci è già stato. Nel nostro nuovo sito raccogliamo i racconti di chi è già tornato e i futuri sposi hanno la possibilità di scegliere il proprio consulente di viaggio, cioè lo specialista che li aiuterà a organizzare il viaggio di nozze ideale, con la comodità di poterlo incontrare direttamente a casa propria, sabato e domenica compresi».

Destinazioni. Nel 2012, la meta più gettonata risulta essere gli Stati Uniti, scelto da quasi il 25% degli sposini (24.9%). Al secondo posto le destinazioni agli antipodi, ossia Australia e Polinesia, che insieme costituiscono il 15% del mercato. In crescita le richieste per il Sud Africa (4%) mentre le crociere di nozze risentono della crisi del settore (8%). La “rivelazione” dell’anno è l’Argentina, un Paese che attira sempre più coppie di neo sposi.
Nord e Sud. L’Italia delle lune di miele è divisa in due. Al Nord si preferiscono viaggi itineranti, tour di Australia e Stati Uniti in testa. Al Sud invece c’è una netta preferenza per la formula della crociera, scelta da oltre il 13% delle coppie.
Il budget. Per un viaggio di nozze negli Stati Uniti ogni coppia spende mediamente 7.500 euro. ; in Australia 11.500, in Polinesia 12.800 e in Sudafrica 7mila.
I tempi. Il viaggio di nozze si prenota con anticipo, solo il 5% sceglie soluzioni last minute, prenotandolo lo stesso mese del matrimonio. La maggioranza degli sposi conferma il proprio viaggio tra i 4 e i 5 mesi primi della partenza e circa il 19% degli sposi lo fa con più di 6 mesi di anticipo. La durata media della luna di miele è due settimane. Per partire settembre rimane il mese preferito con il 20% delle partenze, seguito da luglio (18%) e giugno (17%). Aprile è il mese che fa segnare l’incremento maggiore rispetto all’anno precedente.
Soluzione su misura. La parola d’ordine nel viaggio di nozze è “personalizzazione”. «Non ci si accontenta più degli itinerari proposti a pacchetto, ma si vuole un viaggio che rispecchi le proprie passioni e i propri gusti, che sia “cucito” su misura come un abito sartoriale» afferma Romano. Proprio questa è la chiave del successo di CartOrange, che grazie alla competenza dei propri consulenti di viaggi, alla comodità di prenotare da casa e di scegliere insieme ogni dettaglio è riuscita a ritagliarsi un ruolo di primo piano nel settore.