Uragano Isaac: la minaccia più grossa per gli States dopo Katrina!

Elezioni-Usa-i-repubblicani-in-balia-di-Isaac_h_partb

La tempesta tropicale Isaac ha appena raggiunto il Golfo del Messico e gli esperti si aspettano che diventi un uragano, poco prima d’infrangersi tra la Louisiana e la Florida proprio quando le lancette segneranno l’anniversario dell’Uragano Katrina. Il National Hurricane Center ha previsto che l’uragano possa diventare di categoria 1 a causa delle correnti calde del golfo e che possa colpire eventualmente una fascia di 300 miglia da New Orleans alla Florida! E ciò potrebbe avvenire proprio nell’anniversario della distruttiva Katrina che colpì gli States nel 2005!

Inizialmente gli esperti avevano inserito l’uragano della categoria 2, ma poi hanno ridimensionato le revisioni e a “Good Morning America” hanno tranquillizzato la popolazione, invitandola a non darsi alla fuga unicamente sulla base delle previsioni, che non sempre ci azzeccano!

Sono quattro le zone di allerta nelle quali sono già stati preparati attenti piani di evacuazione ed in cui la popolazione è già corsa ai ripari, impacchettando oggetti personali e scorte di cibo!

Isaac, inoltre, potrebbe portare con sé terribili alluvioni nella zona del Golfo. Se colpirà durante la marea potrebbe spingere le acque alluvionali sino alla Louisiana, al Mississipi, all’Alabama ed alla Florida, con conseguenze drammatiche!

Il Governatore della Louisiana ha dichiarato lo stato d’emergenza e ben 53.000 residenti lasceranno le loro abitazioni prima dell’arrivo della tempesta perfetta! L’emergenza è scattata anche in Florida, in Alabama ed in Mississipi!

A causa della tempesta i centri petroliferi sulla Costa del Messico si sono arrestati, con danni ingenti per l’economia del paese.

In Louisiana i negozi di generi di prima necessità e le stazioni di rifornimento hanno registrato davvero ottimi affari, a causa della frenesia pre-tempesta che ha costretto la popolazione a correre ai ripari!

Isaac potrebbe facilmente raggiungere i 154-177 km/h, provocando uno tsunami, con un innalzamento delle acque sino a 2,60 metri. Per tale ragione, le zone costiere dovranno essere obbligatoriamente sgombrate!

A causa della tempesta ben 555 voli, in partenza da Miami, sono stati cancellati. Isaac ha già mietuto otto vittime ad Haiti ed altre due nella Repubblica Dominicana.

Secondo voi, la tempesta guadagnerà potenza avvicinandosi alla costa proprio come accadde nel caso di Katrina, nel lontano 2005, o le previsioni, per una volta, andranno ridimensionate? Ce lo auguriamo, perché questa tempesta rischia davvero, stavolta, di essere perfetta, senza la garanzia di essere un ritrovato scenografico in un film apocalittico!