Uomini e donne a confronto: la donna-oggetto e l’uomo macho



Fatevi un rapido conto e pensando alle copertine delle riviste patinate, diteci secondo voi quali sono i soggetti più in voga.
Risultato? Donne, femmine, corpi di femmina.
Le copertine delle riviste sono da sempre zeppe di donne che generano nell’amico maschietto, sensazioni abbastanza chiare e codificate.
Parte da qui uno studio di uno psicologo, Jezebel, che ha invece voluto fare il percorso inverso. Se alla vista di un corpo di una donna nuda in una foto, un uomo reagisce in un certo modo, cosa accade se invece viene sottoposta ad una donna, l’immagine di un uomo nudo?
Andiamo con ordine. Lo psicologo in questione ha dapprima mostrato l’immagine di Cindy Crawford nuda a delle donne, poi ad un gruppo di uomini. Le reazioni delle donne sono quelle tipiche di confronto e il commento -tipo è stato questo:
“Se vedo queste modelle mi deprimo un sacco. Sono così dura con me stessa, vorrei essere così. Devo perdere qualche chilo.”
L’attenzione degli uomini invece sale ed il commento-tipo in questo caso sarà: “Mi sembra attraente.  Mi piace.”
La seconda prova è stata invece quella di sottoporre a donne e uomini, una foto di Sylvester Stallone nudo. I risultati sono evidenti: gli uomini rispondono o con disinteresse totale o affermando con forza la propria eterosessualità virile o con entrambe le cose. Non mettono a confronto la propria fisicità con altri nudi maschili, soprattutto perchè, addestrati al machismo, allontanano in questo modo lo scomodo fantasmino dell’omosessualità.
Ma ad essere interessante è la reazione delle donne, che, di fronte ad una foto di un nudo maschile, rispondono con vergogna e disagio.
Jezebel spiega questa particolare attitudine con una tesi che fa riflettere, e non poco. Secondo lo psicologo infatti, le donne sono talmente assuefatte al loro ruolo di “oggetto sessuale” che provano pudore nel guardare un corpo che si propone come oggetto sessuale per loro stesse. In parole semplici, l’uomo è ormai abituato a considerare le donne come oggetti sessuali, e le donne, a sentirsi tali.
Fantastico.