Tutti i vantaggi delle lenti a contatto

Two contact lenses with reflections, isolated on a white background

Una delle domande che ci si pone più spesso quando si hanno disturbi visivi e si pratica sport, è se le lenti a contatto possono essere dannose o meno durante una gara o se e quali possono essere le lenti a contatto adatte per noi.

lenti-a-contatto

In questo post cerchiamo di mettere un pò d’ordine sulla materia.

Partiamo dal presupposto che un atleta per poter raggiungere massimi livelli di performance, deve poter avere una percezione sensoriale visiva ottimale. Deve cioè potersi servire di tutte le funzioni oculari come ad esempio l’acuità visiva (capacità di individuare due punti vicini in modo distinto) e molte altre ancora.

L’importanza della vista per un atleta è sottolineata anche dall’esistenza, tanto per citarne una, dell’Accademia Europea di Sport Vision, dove appunto vengono quotidianamente analizzati i dati riguardanti efficienza visiva e implicazione nelle attività sportive.

Chi è affetto da miopia, astigmatismo o altri disturbi visivi dunque, se durante il giorno può affidarsi ai comuni occhiali, durante una performance sportiva dovrà necessariamente riferirsi alle lenti a contatto.

In questo campo però non si può generalizzare, ogni sport infatti è storia a sè, come ogni individuo e problema.

Quindi la contattologia negli ultimi anni si è ampiamente “modernizzata”, puntando l’interesse proprio sulla personalizzazione delle lenti.

Two contact lenses with reflections, isolated on a white background

Vantaggi delle lenti a contatto nello sport

Le Lenti a contatto offrono numerosi punti di vantaggio rispetto agli occhiali, considerando soprattutto che in alcuni sport (di contatto per esempio), è assolutamente vietato indossare l’occhiale.

I punti di vantaggio possono essere rintracciati nel fatto che la lente non è sottoposta a sbalzi di temperatura e garantisce cosi un maggior campo visivo. A questo punto la domanda è, quale scegliere?

Negli sport di contatto, è preferibile indossare una lente morbida, si rischia infatti di perderla con molta meno facilità rispetto ad una rigida. E’ indicata dunque per sport come boxe, lotta, basket, calcio, arti marziali.

Anche per gli sport acquatici sarebbe opportuno indossare la lente a contatto morbida, le semirigide e rigide potrebbero infatti far formare delle bolle d’aria tra lente ed occhio.

Sempre per gli sport acquatici possono essere utili le lenti usa e getta, diminuiscono infatti il rischio di contaminazione batterica.

Per gli sport invernali come sci e snowboard, si consigliano occhiali protettivi o maschere, oltre alle lenti, questo per effetto del freddo. Anche qui lenti morbide per aumentare il comfort.

Concludiamo con tennis e golf. Per il tennis esistono delle lenti particolari ideate appositamente per questo sport. Si tratta di lenti morbide siliconate, difficili a staccarsi anche se sottoposte a bruschi movimenti. Sono inoltre in grado di evidenziare il colore della palla.

Anche per il golf esistono lenti apposite, in grado di aumentare l’acuità visiva di cui parlavamo prima.

Insomma, una lente a contatto per ogni sport… non dimenticate però di farvi consigliare sempre da uno specialista!

Guida e approfondimenti a cura di : biotrue.it/lenti-a-contatto