Transessualità Operazione: paga l’azienda



E ogni tanto dall’America arrivano anche notizie che fanno davvero pensare ad un popolo di grande senso civile e rispettoso delle categorie di persone normalmente discriminate.
Le multinazionali americane infatti, si sono schierate in prima linea nel sostegno ai propri dipendenti trans. Ad affermarlo è il Daily Mail, le multinazionali americane infatti, sono disposte a pagare per intero il percorso di cambiamento di sesso dei dipendenti, operazione compresa.
Tra le corporation più attive, c’è la Coca Cola, da sempre attiva per quel che riguarda i diritti umani cosi come Yahoo!, American Express e AT&T che hanno attualmente espanso la copertura assicurativa alle necessità degli impiegati transgender.

Le compagnie assicurative in questo senso offriranno un piano assicurativo capace di coprire 75mila dollari di chirurgia transessuale e conseguenti trattamenti post-operatori.